Il parabrezza auto scheggiato può provocare danni consistenti, con ripercussioni sulla sicurezza e sulle tasche del proprietario dell’auto. Anche una piccola scheggiatura, infatti, può allargarsi fino a danneggiare l’intero cristallo anteriore, mettendo a rischio la visibilità e obbligando alla sostituzione completa del parabrezza.

E’ una condizione del veicolo sanzionata dal Codice della Strada, perché riduce la visuale del guidatore soprattutto in condizioni particolari come la presenza di pioggia o durante la guida notturna. Se la sanzione viene elevata durante la guida in autostrada viene maggiorata dalla relativa aggravante.

Cosa fare in caso di parabrezza scheggiato? Se il danno è circoscritto è possibile ripararlo. Se, invece, la scheggiatura è più estesa - oppure se ha causato una lesione del vetro - è necessaria la sostituzione del parabrezza. Vediamo cosa fare e quali sono le sanzioni per chi circola con il vetro anteriore danneggiato.

Parabrezza auto scheggiato: le cause

La prima causa di danneggiamento del parabrezza auto è l’urto con oggetti sollevati da altri veicoli durante la marcia. Durante il rotolamento, le ruote dei veicoli sollevano sassi, parti metalliche o pezzi di asfalto presenti sulla strada. Oggetti che finiscono contro i veicoli nei paraggi, soprattutto contro il parabrezza che rappresenta un facile bersaglio.

Un’altro fattore che porta alla scheggiatura del parabrezza è la repentina variazione di temperatura, per questa ragione è altamente sconsigliato in inverno rimuovere il ghiaccio dai vetri dell’auto utilizzando acqua calda o bollente. Anche il maltempo può essere all’origine di danni al parabrezza, come un’intensa grandinata.

In alcuni casi, al posto della scheggiatura si forma una vera e propria crepa, lunga anche diversi centimetri. A meno di non essere bersaglio di una pietra o di un oggetto grande e pesante, il parabrezza non va in mille pezzi perché realizzato “a strati”: a differenza dei cristalli laterali e posteriori, è composto da due lastre di vetro con al centro un foglio di plastica. Una soluzione che evita la frammentazione e riduce il rischio di lesioni.

Parabrezza auto scheggiato: le cause: come ripararlo

Un parabrezza scheggiato può essere riparato presso le officine convenzionate. E’ importante che la riparazione avvenga in tempi brevi, viceversa la lesione potrebbe ingrandirsi a causa delle sollecitazione prodotte dal veicolo durante la marcia.

La riparazione del parabrezza viene effettuata inserendo nella fessura una speciale resina, che viene poi rifinita e fatta essiccare. La resina riempie la fessura e indurendo diventa parte del parabrezza, evitando l’estendersi del danno. Per poter essere riparabile, la scheggiatura non deve ostacolare la visibilità di marcia.

Inoltre, ci sono parti del parabrezza che non è possibile riparare. Si tratta - nello specifico - della porzione di vetro posta esattamente davanti al volto del guidatore. Questo perché - come detto - la visibilità non deve essere ostacolata o limitata.

Sostituzione del parabrezza: prezzo e fai da te

Se la scheggiatura è troppo estesa, oppure se ha provocato una crepa nel vetro, è necessario sostituire il parabrezza. Il costo della sostituzione dipende dal tipo di vetro, dal modello dell’auto e dalla complessità dell’operazione legata al design della vettura, che può rendere le operazioni di smontaggio e rimontaggio più laboriose.

Mediamente il prezzo per la sostituzione del parabrezza va da un minimo di 270 agli oltre 700 euro necessari per auto di grandi dimensioni. Sul costo influisce anche la scelta del ricambio: ve ne sono di economici e di alta qualità, come quelli originali che sono pari al modello installato in fabbrica.

E’importante evitare soluzioni low-cost, dal momento che alcuni modelli di parabrezza super economici si sono dimostrati pericolosi per la guida dal momento che deformano le immagini o riflettono le luci notturne in maniera inappropriata, mettendo a grave rischio la sicurezza stradale.

Per evitare salassi in caso di riparazione o di sostituzione non solo del parabrezza, ma anche di tutte le altre superfici vetrate della vettura, è consigliabile inserire la polizza cristalli nell’assicurazione del veicolo. Al costo di poche decine di euro - in genere tra le 30 e le 50 - è possibile coprire qualsiasi danno.

Parabrezza auto scheggiato: le sanzioni previste dal Codice della Strada

Circolare con il parabrezza auto scheggiato è una pratica sanzionata dal Codice della Strada, perché durante la circolazione i veicoli devono devono presentare la massima efficienza per garantire la sicurezza stradale.

Secondo l’articolo articolo 79 comma 1 del C.d.S., la sanzione per i trasgressori che circolano con il parabrezza danneggiato è di 71 euro. Se la sanzione viene elevata durante la circolazione in autostrada l’importo sale a 106 euro più la decurtazione di 2 punti dalla patente.