Nuovo Digitale Terrestre: lista canali Rai e Mediaset da aggiornare, date e come vederli

Matteo Novelli

16 Dicembre 2020 - 13:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Nuovo Digitale Terrestre, cambiano le frequenze dei Canali Rai e Mediaset. Ecco quando e come aggiornare il proprio TV o decoder per continuare a vedere i canali coinvolti.

Nuovo Digitale Terrestre: lista canali Rai e Mediaset da aggiornare, date e come vederli

Novità e aggiornamenti per il Nuovo Digitale Terrestre: il passaggio dei canali Rai e Mediaset al nuovo formato e frequenze DVB-S2 prosegue come da calendario. Se nei prossimi giorni vedrete sparire alcuni canali tranquilli, non c’è nulla da temere: basta aggiornare la propria TV e seguire le indicazioni riportate dal cartello all’interno della rete.

Nei giorni scorsi in tanti avranno notato infatti la scomparsa di TV8, con relativo messaggio che richiedeva l’aggiornamento tempestivo della TV: adesso tocca ai canali Rai e Mediaset cambiare frequenza, andando a completare quel lento passaggio previsto entro il 2022.

Chi non ha un televisore abilitato può acquistarne uno nuovo con il Bonus TV 2020 mentre chi già dispone di uno Smart TV di ultima generazione adatto può tranquillamente procedere con l’aggiornamento delle frequenze e della lista canali. Ecco come farlo e quando.

Nuovo Digitale Terrestre: aggiornamento frequenze canali Rai e Mediaset, quando e come fare

Seguendo quanto indicato da Tivùsat, la prossima data da tenere a mente in calendario è quella del 18 dicembre quando tutti i canali del TG Regione Rai e i canali Rai Radio e simili saranno visibili solo ed esclusivamente da decoder abilitati e decoder satellitari HD o 4K.

Stesso discorso per quanto riguarda Mediaset: le reti di Cologno Monzese inizieranno a trasmettere via satellite solo in DVB-S2 su tutti i canali. Seguono anche altre reti tra cui spicca La7d.

Cosa fare? Prima di tutto verificate la compatibilità del decoder o del vostro TV sintonizzandovi su qualsiasi canale che trasmette contenuti HD: se riuscite a visualizzarlo senza problemi tutto quello che dovrete fare sarà procedere con una risintonizzazione tramite la ricerca canali accessibile dalle impostazioni del vostro televisore (il percorso varia a seconda del modello).

Se invece non riuscite a visualizzare i canali HD è opportuno dotarsi di un device Tivùsat HD/4K o uno Smart TV di ultima generazione: il graduale ma inevitabile passaggio alle nuove frequenze è iniziato e la maggior parte delle reti passerà al DVB-S2 entro la fine dell’anno, segnando la fine delle reti trasmesse su SD.

Argomenti

# TV

Iscriviti alla newsletter

Money Stories