Next Generation, la valorizzazione della Montagna della Regione Veneto

Domenico Letizia

22 Dicembre 2020 - 18:22

22 Dicembre 2020 - 18:26

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dalla Regione Veneto arriva un nuovo piano di resilienza per il territorio con l’biettivo di favorire la crescita imprenditoriale dei territori legati alla montagna grazie ai fondi di Next Generation dell’Europa

Next Generation, la valorizzazione della Montagna della Regione Veneto

La Regione Veneto ha approvato il nuovo piano di resilienza per il territorio al fine di utilizzare i fondi di Next Generation dell’Europa per la crescita imprenditoriale dei territori legati alla montagna, ai servizi per il turismo e l’accoglienza. In occasione di una riunione online della Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Treviso-Belluno sono stati analizzati i dati economici del 2020 e le prospettive per il futuro.

La Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Treviso-Belluno è un Ente Pubblico autonomo che da anni opera per favorire lo sviluppo dell’economia provinciale dei territori delle province di Treviso e di Belluno. Un ente camerale che si presenta come un centro vitale di aggregazione di interessi imprenditoriali distinti, ma uniti dalla visione comune di realizzare un sistema di incentivi e benefici funzionale all’intera comunità economica del territorio.

L’Ente oltre a svolgere quotidianamente importanti occupazioni di carattere amministrativo, gestisce strutture ed infrastrutture che agiscono a livello locale, regionale e nazionale, partecipando ad enti e consorzi, nonché monitorando e sviluppando importanti compiti per la gestione ed il controllo del mercato locale e delle future prospettive imprenditoriali legate alla comunità della montagna, dell’accoglienza e dell’intrattenimento turistico.

Next Generation, la valorizzazione della Montagna della Regione Veneto

Nel corso dell’anno della pandemia, tra i progetti più significativi merita di essere citato il progetto DEAS, finanziato nell’ambito del Programma Interreg Spazio Alpino e coordinato dalla Regione Veneto, che è riuscita a coinvolgere dodici partner situati nell’arco alpino transfrontaliero.

Il territorio alpino ha esigenze molto particolari, soprattutto nel fornire servizi importanti e puntuali, anche di tutela, monitoraggio e valorizzazione dell’ecosistema ambientale. L’obiettivo del progetto DEAS è quello di sensibilizzare e migliorare il valore e l’utilizzo degli Open Data per i servizi pubblici e le imprese nello spazio alpino concentrandosi sui settori strategici alpini che possono beneficiare dell’uso dei big data per la crescita economica e territoriale. Una particolare attenzione delle istituzioni politiche e della Camera di Commercio è stata dedicata alle colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, divenute, oramai, un brand mondiale delle eccellenze del nord-est dell’Italia. Ricordiamo che le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sono state iscritte nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco come paesaggio culturale.

La pandemia sanitaria ha riscritto le logiche economiche della montagna. Un’azione di sostegno per le imprese che sappia coniugare l’innovazione con la promozione del turismo della montagna, la promozione di tali valori all’estero e valorizzando i meticolosi processi di internazionalizzazione e digitalizzazione è necessario per la vita economica delle comunità locali.

Nel corso del 2020, la Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Treviso-Belluno ha tenuto 23 riunioni operative, 17 giunte camerali e innumerevoli momenti di approfondimento e conoscenza in sostegno delle imprese e per la ripartenza economica post pandemia sanitaria. Un sostegno continuo per rafforzare le intese strategiche delle imprese, attraverso la promozione del turismo e del lavoro della montagna e con la valorizzazione delle eccellenze locali nei mercati esteri.

Durante i lavori online, il Prefetto di Treviso Maria Rosaria Loganà ha richiamato l’attenzione sull’importanza del sistema sinergico che ha caratterizzato il territorio, permettendo di non abbandonare le imprese in difficoltà. “Dobbiamo far sentire la nostra vicinanza a tutte le categorie sociali ed economiche del nostro territorio. Guardando al futuro possiamo aspettarci risultati importanti dal mondo scientifico e sanitario. Ricominceremo con serenità e continueremo con il nostro sostegno a tutte le proposte e idee di valorizzazione delle eccellenze territoriali, materiali e immateriali, che caratterizzano il nostro territorio”.

Successivamente, il Prefetto di Belluno Adriana Cogode ha ribadito l’importanza di stilare un bilancio di quest’anno, evidenziando le positività e affrontando le negatività. “Abbiamo avviato una nuova organizzazione interna e nuove visioni di approccio e strategia con le istituzioni pubbliche. Siamo riusciti a reggere alla sfida della pandemia grazie ad un apparato pubblico e associativo che è stato instancabilmente protagonista nel contribuire al creare tutti quei fattori per ridurre al minimo i disagi delle imprese e dei cittadini.

Particolarmente importante risulta monitorare l’emergenza economica che ha caratterizzato l’economia della montagna, prestando attenzione alle opportunità da incentivare in termini di sicurezza pubblica e di viabilità. I mondiali di sci che caratterizzeranno il territorio nel febbraio del 2021 assumano un’importanza strategica per le imprese locali e la rete delle istituzioni camerali, imprenditoriali e della politica locale è riuscita ad assicurare investimenti considerevoli oltre che interessi economici notevoli per la crescita delle imprese del territorio anche attraverso l’innovazione, la tecnologia e la digitalizzazione che stanno ripensando l’azione di comunicazione e promozione delle eccellenze locali e del territorio della montagna. La Società italiana di Information Technology nel settore della mobilità e nella Digital Transformation ha messo al servizio dell’importante evento invernale, una “stanza virtuale” ideata per facilitare la mobilità sul territorio, valorizzando la sinergia tra tutti gli attori della montagna coinvolti. Una rete integrata e interamente digitale che permetterà di vivere la montagna in modo smart e sostenibile.

Il meccanismo virtuoso della provincia di Belluno

Roberto Padrin, Presidente della Provincia di Belluno ha confermato l’azione positiva intrapresa dalla sinergia comune delle comunità locali, della provincia e delle organizzazioni imprenditoriali del territorio: “Con la Camera di Commercio abbiamo avviato tantissime iniziative per la promozione e diffusione del turismo invernale, senza dimenticare il sostegno concreto in termini economici e di amministrazione che abbiamo fornito ai nostri albergatori, ai nostri impiantisti e alle nostre attività. Abbiamo dato vita a forme di collaborazione condivisa così come sostegni di solidarietà per chi ha vissuto una situazione economica pessima, da dimenticare”.

Sostanzialmente, nella provincia di Belluno, il lavoro di squadra è riuscito a sviluppare un meccanismo virtuoso per colmare le esigenze delle imprese in rapporto alla sicurezza sanitaria, alla promozione dei prodotti all’estero e alle attività in termini di innovazione per la crescita economica delle imprese locali.

Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso, ha ribadito la necessità della sinergia per la ripartenza del territorio e dell’economia della montagna, sostenendo l’importanza di tutelare l’entità della provincia quale ente che associa obbligatoriamente tutti i Comuni a lavorare insieme, superando divisioni politiche, per gestire servizi e politiche fondamentali che necessitano di una visione politica e gestionale più ampia. Non avere un presidio istituzionale a livello provinciale vuol dire restare senza una guida e anche senza responsabilità pubbliche. Valorizzare temi come lo sviluppo economico, la pianificazione territoriale e strategica, la tutela ambientale e la digitalizzazione. Queste variabili hanno un valore se declinati a livello provinciale e risulta strategico disporre di un ente forte, stabile, con un ruolo e una governance chiara, che rappresenti le esigenze del territorio ad ogni livello e che governi le variabili causate dall’emergenza sanitaria e dalla conseguente emergenza economica che ha caratterizzato il mondo della montagna.

Argomenti

# Italia
# Veneto

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories