Mutuo: online il modulo per il Fondo di Garanzia. Soggetti, requisiti, domanda. Ecco la guida

Vittoria Patanè

28 Novembre 2014 - 10:41

condividi

Il Ministero dell’Economia ha reso disponibile online il modulo per richiedere l’accesso al mutuo per acquistare la prima casa usufruendo del Fondo di Garanzia. Ecco chi può usufruirne, le condizioni e i requisiti richiesti e le istruzioni su come effettuare domanda

E’ online il modulo necessario per inviare la domanda di accesso al mutuo per acquistare la prima casa usufruendo del Fondo di Garanzia nato con la Legge di Stabilità 2014.

A comunicarlo è il Ministero dell’Economia che rende nota la possibilità di scaricare il documento direttamente dal sito del Tesoro nella sezione ad esso dedicata.

Ricordiamo che, attraverso il Fondo di garanzia, lo Stato dà ai cittadini italiani la possibilità di instituire un mutuo ipotecario per acquistare ed effettuare interventi di ristrutturazione e accrescimento di efficienza energetica di immobili da utilizzare come prima casa.

Mutuo: importo e condizioni
La garanzia è pari alla misura massima del 50% della quota capitale. Il mutuo non dovrà superare la cifra di 250mila euro e viene concesso da tutte le banche e gli intermediari finanziari che hanno aderito all’iniziativa aderendo al protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso anno tra ministero dell’Economia e ABI. Le condizioni per accedere al fondo sono essenzialmente tre:

- Il mutuo non deve essere superiore a 250 mila euro;
- il mutuo deve essere destinato all’acquisto di immobili adibiti ad abitazione principale, anche con accollo da frazionamento, non rientranti nella categorie catastali A1, A8 e A9 o con caratteristiche di lusso, e a interventi di acquisto e ristrutturazione ed accrescimento dell’efficienza energetica.
- l’immobile deve essere situato nel territorio nazionale.

Mutuo: soggetti beneficiari
Potrà richiedere l’accesso al mutuo il cittadino che, alla data di presentazione della domanda, non sarà proprietario di altri immobili ad uso abitativo salvo quelli acquistati per successione mortis causa, anche in comunione con altri successori, e in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli. Nel protocollo si legge che:

in presenza di più domande pervenute nella stessa giornata, il gestore del Fondo attribuisce priorità a i mutui erogati a:
- giovani coppie: nuclei familiari costituiti da almeno due anni, coniugati o conviventi more uxorio, con uno dei componenti con età inferiore ai trentacinque anni;
- nucleo monogenitoriale con figli minori: persona singola non coniugata, separata, divorziata o vedova con almeno un figlio convivente minore;
giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico di cui all’articolo 1 della legge 28 giugno 2012, n. 92;
- conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari.

Mutuo: come e quando presentare domanda?
La domanda di accesso al Fondo di Garanzia deve essere presentata alla Banca o all’intermediario finanziario che ha aderito all’iniziativa, utilizzando l’apposito modulo disponibile sul sito del MEF.

Parlando di scadenze, la richiesta potrà essere presentata da fine dicembre 2014, dopo che l’istituto bancario avrà assicurato l’operatività a favore della propria clientela (il termine previsto è pari 30 giorni lavorativi dall’adesione della banca al Fondo).

L’elenco delle banche ad oggi aderenti, in continuo aggiornamento, è disponibile sul sito di Abi e su quello di Consap.

Per scaricare il modulo cliccare qui.

Argomenti

# Mutuo

Iscriviti a Money.it