Mike Tyson: quanto guadagna (e quanto ha speso) l’ex pugile pronto a tornare sul ring?

13 Maggio 2020 - 13:07

6 Luglio 2021 - 16:00

condividi

Mike Tyson a 53 anni si è detto pronto a tornare a combattere: ecco quanto ha guadagnato (e sperperato) durante la sua carriera quello che è stato il più giovane pugile di tutti i tempi a vincere il titolo dei pesi massimi.

Mike Tyson è pronto a tornare. Con un video postato sulla sua pagina Instagram, Kid Dynamite a 53 anni suonati ha annunciato di aver ripreso gli allenamenti quindici anni dopo il suo ultimo incontro ufficiale perso contro Kevin McBride.

La notizia subito ha dato il via a un ampio ventaglio di ipotesi su chi salirà sul ring insieme a Mike Tyson, tanto che si parla anche di un clamoroso nuovo incontro con Evander Holyfield visto che pure lui è tornato ad allenarsi.

Come in tanti ricorderanno, nel 1997 nella rivincita tra i due Tyson venne squalificato per aver strappato con un morso un pezzo dell’orecchio di Holyfield. Nonostante questo, i rapporti tra i due pugili negli anni si sono mantenuti discreti.

Il ritorno sul ring per quello che a soli 20 anni è stato il più giovane campione di sempre dei pesi massimi, potrebbe dare una mano a superare i problemi economici: nonostante dei guadagni record in carriera, l’ex pugile nel 2003 è stato costretto a dichiarare la bancarotta.

Biografia e carriera di Mike Tyson

La storia dello sport è piena di grandi talenti che poi si sono rovinati con le loro stesse mani. Mike Tyson può essere di diritto annoverato in questo elenco, visto che dopo un esordio fulminante non ha saputo poi gestire al meglio la sua carriera lasciandosi trasportare in un vortice di scandali ed eccessi.

Nato a New York il 30 giugno del 1966, è cresciuto a Brooklyn in pratica solo con la madre che aveva anche problemi di alcolismo e morì giovane a causa di un male incurabile. Un’infanzia dura, finì anche in carcere minorile, fino a quando si avvicinò al mondo della boxe dopo aver steso molti coetanei durante delle risse in strada.

Nell’autunno del 1991 Tyson a soli 25 anni poteva contare su uno score impressionante: 41 vittorie in 42 incontri ufficiali disputati. Alla vigilia però dell’attesissimo incontro contro Holyfield, il match fu rimandato a causa dei problemi giudiziari di Kid Dynamite.

Con l’accusa di violenza sessuale ai danni della miss Desiree Washington, il pugile fu condannato a 10 anni di carcere ma alla fine venne rilasciato nel 1995 per buona condotta. Durante quel periodo in prigione si convertì all’Islam.

Uscito di galera tornò ad allenarsi fino a disputare nel 1996 il tanto atteso incontro contro Evander Holyfield. Il match terminò con la sconfitta di Mike Tyson, che però ottenne un anno dopo la rivincita.

Come andò a finire quell’incontro è cosa ben nota: Tyson venne squalificato per aver staccato con un morso parte dell’orecchio dell’avversario, con le immagini che fecero subito il giro di tutto il mondo.

Dopo aver riottenuto non senza fatica la licenza, nel 2003 ebbe l’occasione di sfidare il campione in carica Lennox Lewis subendo però una netta sconfitta. Dopo aver perso nel 2005 anche contro Kevin McBride, Mike Tyson decise così di ritirarsi fino al recente annuncio dove si è detto pronto a tornare sul ring.

I guadagni

Oltre ad avere sprecato il suo talento, Mike Tyson negli anni è stato capace anche di dilapidare una autentica fortuna tanto che dietro al suo ritorno a indossare i guantoni ci potrebbe essere la necessità di fare cassa.

Nel 2017 la rivista specializzata Forbes indicava l’ex pugile come uno degli sportivi che più avevano guadagnato nella loro carriera, parlando di incassi complessivi tra ingaggi e sponsor pari a 700 milioni di dollari.

Peccato che due anni prima in un’intervista Tyson aveva dichiarato di aver sperperato negli anni 500 milioni di dollari, tanto che nel 2003 fu costretto a dichiarare la bancarotta oberato da debiti pari a 23 milioni di dollari.

Oltre ad aver speso una fortuna tra donne e vizi vari, l’ex campione dei pesi massimi ha dovuto poi riconoscere 6,5 milioni di dollari alla ex moglie Monica Turner e 3 milioni di dollari a Evander Holyfield come risarcimento per il morso.

Per il suo ritorno sul ring adesso si parla di un iniziale match di beneficenza, ma presto ci potrebbero essere anche altri incontri con ingaggi molto interessanti.

Si parla infatti di 900.000 dollari che sarebbero stati offerti per affrontare Sonny Bill Williams, un ex campione neozelandese di rugby, mentre il boss della boxe a mani nude gli avrebbe offerto niente di meno che 18 milioni di dollari per averlo nel suo circuito.

L’idea più accattivante però sarebbe senza dubbio quella di un nuovo incontro contro Evander Holyfield, anche lui tornato ad allenarsi nonostante l’età, con il match che potrebbe trasformarsi in un evento dal budget stratosferico.

Argomenti

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Iscriviti a Money.it

Money Stories