Migliori mascherine lavabili: i test di Altroconsumo mostrano le più sicure

Le mascherine in stoffa lavabile funzionano come le chirurgiche. I test di Altrocunsumo mostrano le migliori presenti sul mercato, ecco quali sono.

Migliori mascherine lavabili: i test di Altroconsumo mostrano le più sicure

Quali sono le migliori mascherine lavabili in stoffa? A rispondere a questo quesito ci pensa Altroconsumo che con i suoi test mostra le migliori soluzioni per evitare di utilizzare i dispositivi usa e getta.
Le mascherine in tessuto sono considerate da molti poco efficaci, un’idea che è nata soprattutto per la mancanza di standard qualitativi chiari, che ha spinto molti ad abbandonare la soluzione riutilizzabile.

In verità però la mascherina lavabile in tessuto è spesso efficace tanto quanto la proposta usa e getta e a dimostrarlo adesso arrivano anche i test di Altroconsumo, effettuati su 19 differenti modelli e proposte. Andiamo a scoprire quali mascherine lavabili sono risultate le migliori e quali sono stati i parametri che hanno portato a questo risultato.

Mascherine in stoffa lavabili: le migliori secondo Altroconsumo

I test di Altroconsumo hanno messo in luce come moltissime mascherine lavabili permettano di avere gli stessi standard di sicurezza e protezione delle proposte usa e getta. Una buona notizia per l’ambiente, dal momento che le mascherine chirurgiche portano sempre maggiori problemi di inquinamento.
A dare risultati ottimi sono stati tre brand ben precisi: Colipra, Decathlon e Pompea. Le mascherine in tessuto di queste aziende sono riuscite a passare i test con grande successo, rivelandosi un ottimo presidio da indossare.

La proposta di Colipra ha totalizzato ben 77 punti, contro i 73 di Decathlon e i 72 di Pompea, che sono risultate le tre marche migliori. Il prezzo di queste proposte è inoltre ottimo dal momento che permette di avere un presidio di qualità elevata con una spesa di meno di 6 euro. Un’ottima notizia per il proprio portafogli che tirerà un sospiro di sollievo, dal momento che l’acquisto delle mascherine chirurgiche può incidere molto sul bilancio mensile di una famiglia, soprattutto ora che è sempre obbligatoria.

Buoni risultati anche per i test effettuati sulle mascherine di Oviesse e ZPR che hanno totalizzato 68 punti ciascuna, proponendo un prodotto con delle buone specifiche e ad un prezzo idoneo.

Come sono state testate le mascherine?

I test di Altroconsumo si sono basati su analisi di laboratorio e sottoponendo i prodotti ad una giuria di esperti. In laboratorio sono stati testati:

  • capacità filtrante: la capacità del prodotto di bloccare il passaggio di goccioline microscopiche;
  • permeabilità all’aria: ossia quanto la mascherina permette di far respirare agevolmente chi la indossa.

Nella classificazione è stato dato un giudizio sufficiente alle mascherine che bloccano almeno il 70% delle goccioline, buono per quelle che filtrano l’80% e ottimo con un punteggio del 90%. La soglia della mascherina chirurgica è del 94%, ma i punteggi totalizzati dalle proposte lavabili sono comunque ottimi per un contesto non ospedaliero.
Queste caratteristiche sono state valutate non solo con il prodotto nuovo, ma anche dopo 5 lavaggi della mascherina, per verificare che essa rimanesse idonea. La giuria di esperti ha poi valutato:

  • vestibilità: ossia come il presidio riesca ad adattarsi bene al viso, coprendo bocca e naso;
  • indicazioni in etichetta: se fossero presenti tutte le indicazioni sul lavaggio, il modo di utilizzo e la modalità di funzionamento.

I risultati sono quindi un mix tra capacità filtrante e respirabilità, per cui prodotti che hanno totalizzato dei punteggi molto alti alla capacità filtrante sono finiti in fondo alla classifica (è il caso della proposta GAAP Technology) dal momento che rendono poi complessa la respirazione e di conseguenza le persone tendono a respirare dalle fughe o ad abbassare il presidio.
Moltissime proposte analizzate hanno messo in luce che i risultati raggiunti sono idonei per ben 30 lavaggi e che la mascherina permette una copertura per un intero mese.

Attenzione però, come rivelato da recenti studi, solamente pulendo in modo corretto le mascherine di stoffa si possono avere questi risultati. Le mascherine dovranno essere lavate ogni giorno, pulite in lavatrice a temperature molto alte (60°) e non sciacquate velocemente. Fate quindi attenzione a come utilizzate questi presidi e cercate di rispettare sempre le norme di igiene, in modo da avere sempre con sé un efficace presidio di comunità.

Argomenti:

Coronavirus Mascherine

Iscriviti alla newsletter

Money Stories