Adesso Microsoft vale più di Google: si accende la competizione

Sotto la direzione del CEO Satya Nadella il valore delle azioni Microsoft è più che raddoppiato: la società ha superato Google per valore di mercato e presto potrebbe arrivare a quota 1.000 miliardi.

Adesso Microsoft vale più di Google: si accende la competizione

Il valore di mercato di Microsoft ha superato quello di Google.
Il CEO Satya Nadella può vantarsi con Bill Gates di aver spinto il titolo sui massimi dei 32 anni di storia pubblica dell’azienda, ma non solo.

Dal momento in cui Nadella ha assunto la direzione del colosso informatico - dopo le dimissioni di Steve Ballmer nel 2014 - il valore delle azioni Microsoft è più che raddoppiato.

Nel solo 2018 la quotazione ha guadagnato oltre il 15%. La società ha oggi un valore di mercato di 760 miliardi di dollari, quindi al momento più alto di quello di Google che è pari a 745 miliardi di dollari.
Microsoft insegue Amazon a circa 30 miliardi di distanza per il secondo posto nella corsa al valore di mercato. Apple, al primo posto, vale circa 920 miliardi di dollari.

Microsoft sorpassa Google: cruciale il cambio di rotta del CEO Nadella

Google e Microsoft si sono avvicendate in classifica già un paio di volte negli ultimi anni e quindi non si tratta di una circostanza del tutto inaspettata. Tuttavia, mette in risalto i miglioramenti che Satya Nadella ha apportato alla società da quando è diventato CEO, quattro anni fa. Questo è infatti decisamente il periodo migliore per Microsoft, grazie alla strategia di Nadella di focalizzarsi maggiormente sul settore del cloud computing, sulle tecnologie multipiattaforma e l’AI.

Gli affari vanno a gonfie vele per la suite di software Office 365 e per l’attività di hosting di Azure e la previsione è che le vendite e i profitti di Microsoft cresceranno ad un tasso superiore al 10% per i prossimi anni: si tratterebbe di un andamento incredibile per un’azienda delle dimensioni di Microsoft.

Oltre alle piattaforme di cloud e altri popolari software aziendali, Nadella ha portato a termine anche un grande investimento sul fronte social media, con l’accordo da 26,2 miliardi di dollari per LinkedIn nel 2016.

In più, con il passaggio a un modello basato su abbonamenti per i suoi software e servizi, che permette a consumatori e aziende di pagare una tariffa mensile, la società ha fatto un ulteriore balzo in avanti: gli abbonati ad Office 365 hanno superato i 30 milioni lo scorso trimestre, mentre i clienti aziendali hanno sfondato il tetto record delle 135 milioni di attivazioni mensili.
E questi sono solo alcuni dei motivi del ritrovato feeling tra Wall Street e Microsoft.

Secondo quanto dichiarato negli ultimi mesi dagli analisti di Morgan Stanley e Evercore ISI, il valore di mercato di Microsoft potrebbe presto superare i 1.000 miliardi, il che porterebbe la capitalizzazione di mercato a crescere di oltre il 30% rispetto alle cifre attuali.

Ma l’arretramento di Google è probabilmente solo temporaneo. Il colosso di Larry Page ha scavalcato Microsoft per la prima volta nel 2012, e da allora le due società hanno oscillato tra terzo e quarto posto per capitalizzazione di mercato, dopo Amazon e Apple.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Microsoft Corporation

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.