Medicina e Chirurgia, privilegiata l’iscrizione con riserva degli esclusi dalla graduatoria

I non ammessi a Medicina e Chirurgia, potranno avere una corsia preferenziale per l’ammissione ai corsi di laurea con riserva, anche se in fondo alla graduatoria. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato.

Medicina e Chirurgia, privilegiata l'iscrizione con riserva degli esclusi dalla graduatoria

I non ammessi al test di Medicina potranno avere una corsia preferenziale per l’iscrizione con riserva alla Facoltà di Medicina e Chirurgia, anche se sono in fondo alla graduatoria. Questa la decisione del Consiglio di Stato che è intervenuto sul ricorso presentato da diversi aspiranti medici.

La decisione, in contrasto con quanto precedentemente stabilito nel grado di giurisdizione inferiore, si evince da una serie di ordinanze cautelari, alcune molto recenti. La posizione del Consiglio di Stato serve ad arginare il dramma della carenza dei medici in corsia e risolvere il fabbisogno sanitario.

Per ulteriori dettagli sulla questione si dovrà aspettare il 12 settembre 2019, data in cui si svolgerà la sentenza di approfondimento.

Test Medicina: una corsia preferenziale per gli esclusi dalla graduatoria

All’indomani del test di Medicina 2019, emerge un’orientamento del Consiglio di Stato che sicuramente incoraggerà i partecipanti esclusi dalla graduatoria: infatti, in diverse ordinanze - di cui l’ultima la 4065 del 13 agosto 2019 - i giudici hanno deciso che gli esclusi potranno beneficiare di una corsia preferenziale per l’iscrizione con riserva alla Facoltà di Medicina e Chirurgia.

La posizione della Consiglio di Stato è fortemente in contrasto con quanto deciso dal Tar Lazio, il quale aveva rigettato i ricorsi promossi dai partecipanti esclusi.

In particolare, gli aspiranti medici contestavano la ragionevolezza della distribuzione dei posti nella Facoltà di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e la negazione del diritto allo studio. Le pretese rifiutate dal Tar Lazio sono state invece accolte dal Consiglio di Stato.

Ammissione Medicina e Chirurgia, presto la sentenza di approfondimento

Quanto detto si evince da una serie di ordinanze emesse dal Consiglio di Stato favorevoli all’ammissione con riserva dei candidati non idonei ai test di Medicina.

Tuttavia, per approfondire la questione e analizzare meglio la ratio, occorrerà aspettare la prossima settimana. Giovedì 12 settembre, difatti, si terrà la sentenza di approfondimento.

Ma le notizie per i non ammessi alla facoltà di Medicina e Chirurgia sono senza dubbio positive: il problema della carenza dei medici in corsia, che andrà ad acuirsi negli anni, giustifica l’accesso preferenziale con riserva ai corsi di laurea a numero chiuso.

Si ricorda che per fare ricorso contro la non ammissione al Test di Medicina gli esclusi possono percorrere tre vie:

  • il ricorso collettivo nazionale;
  • il ricorso collettivo locale, quindi promosso da associazioni di studenti che operano localmente;
  • il ricorso individuale, quando l’ingiustizia riguarda il singolo candidato e non il complessivo svolgimento del test.

Per un approfondimento maggiore si consiglia di leggere anche Test Medicina 2019: come fare ricorso

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Medici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.