Mediaset-Vivendi: spunta una norma a favore del gruppo Berlusconi

Mediaset torna in primo piano nella sua battaglia contro Vivendi: una norma nel decreto anti-Covid salverà l’azienda Berlusconi?

Mediaset-Vivendi: spunta una norma a favore del gruppo Berlusconi

Mediaset-Vivendi: la complessa battaglia legale tra le due società di telecomunicazioni potrebbe ricevere un nuovo - e inaspettato - colpo a favore del gruppo di Berlusconi.

Stando a indiscrezioni di La Repubblica, infatti, all’interno del decreto sulle misure Covid il Governo avrebbe inserito una norma a tutela dell’azienda milanese.

Lo scopo, sarebbe di proteggere Mediaset dalla scalata dei francesi, da tempo nel mirino di lunghe vicende giudiziarie.

Una novità di non poco conto per il gruppo milanese e i suoi progetti. Le azioni Mediaset, intanto, stanno scambiando a 1,56 euro, in rialzo dello 0,19%.

Mediaset: una norma del Governo contro Vivendi?

Cosa c’entrano il decreto Ristori, in approvazione probabilmente oggi alla Camera, e la vicenda della scalata Mediaset da parte di Vivendi?

Il nesso, in realtà, potrebbe rivelarsi più concreto che mai viste le ultime indiscrezioni. Stando ad alcuni rumors, infatti, una nuova norma per riformare la legge Gasparri sul sistema radiotelevisivo potrebbe essere inserita e votata nel decreto.

L’effetto sarebbe salvare, o quantomeno proteggere, il gruppo di Berlusconi dai progetti di scalata di Vivendi. Da tempo ormai va avanti una aspra battaglia legale tra i due colossi della telecomunicazione, con Mediaset che ha tentato in tutti i modi di fermare l’avanzata dei francesi sul capitale della società.

Una delle ultime tappe di questa vicenda era stata scritta dalla Corte di Giustizia UE a settembre scorso, che aveva bocciato la pronuncia dell’Agcom, fatta proprio grazie alla legge Gasparri. L’Agcom aveva disposto il divieto per Vivendi di acquisire il 28% di Mediaset in quanto contrario al diritto dell’Unione.

Una posizione respinta dalla Corte UE, come: “un ostacolo vietato alla libertà di stabilimento, in quanto non è idonea a conseguire l’obiettivo della tutela del pluralismo dell’informazione”. Vivendi, quindi, aveva incassato un punto a favore.

Ora, però, la questione potrebbe complicarsi per i francesi. La nuova norma italiana, infatti, dovrebbe dare all’Agcom i poteri di stabilire quando il pluralismo nelle telecomunicazioni viene minacciato. Sarà più complicato, quindi, procedere con acquisizioni senza passare al vaglio di un controllo pubblico di congruità.

Mediaset, quindi, riceverebbe un’ulteriore garanzia contro la scalata Vivendi.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories