In Italia sarebbe giusto fare un lockdown solo per i non vaccinati

Alessandro Cipolla

19 Novembre 2021 - 13:07

condividi

I risultati del sondaggio di Money.it: per la maggioranza dei rispondenti sarebbe giusto fare un lockdown solo per i non vaccinati in caso di un peggioramento della situazione sanitaria.

In Italia sarebbe giusto fare un lockdown solo per i non vaccinati

Lockdown in Italia solo per i non vaccinati, la scelta sarebbe giusta. Questo è il responso del sondaggio che Money.it ha voluto sottoporre ai propri lettori alla luce delle richieste, provenienti in maniera trasversale da parte del mondo politico, di prevedere come già fatto in Austria delle misure restrittive ad hoc per chi non è immunizzato in caso di un peggioramento della situazione sanitaria in Italia.

Guardando i risultati del sondaggio, che ricordiamo non ha un valore scientifico ma soltanto indicativo non essendo realizzato a campione, emerge come in totale il 62% dei rispondenti sia favorevole ad applicare delle misure restrittive solo ai no-vax.

Dallo scorso 8 novembre in Austria le persone non vaccinate possono andare a lavoro o al supermercato, ma non possono accedere in una lunga serie di luoghi: bar, ristoranti, barbieri, pasticcerie, parrucchieri, eventi sportivi e impianti sciistici.

Una sorta di lockdown per chi non è vaccinato, con il green pass che a Vienna seguendo la regola 2G viene rilasciato solo a chi è immunizzato contro il Covid oppure a chi è guarito. A differenza dell’Italia non può essere utilizzato un tampone negativo per ottenere il certificato verde.

Una strategia questa che piace a diversi Presidenti di Regione, soprattutto di centrodestra, mentre appaiono più cauti tra le fila della maggioranza Lega e Movimento 5 Stelle. Da quanto è trapelato da Palazzo Chigi, una possibile applicazione della regola 2G anche da noi potrebbe essere presa in considerazione soltanto in caso di un aumento delle zone arancioni e rosse.

Lockdown solo per i non vaccinati: il sondaggio

Se in materia di green pass l’Italia la scorsa estate ha seguito l’esempio della Francia, superando poi i cugini d’Oltralpe estendendo l’obbligo anche nei luoghi di lavoro, sul delicato tema del lockdown il modello invocato invece è quello dell’Austria.

Eventuali nuove chiusure non devono essere pagate da chi si è vaccinato, nel caso di passaggio di colore - ha dichiarato il presidente leghista del Friuli Massimiliano Fedriga - le restrizioni si applichino ai non immunizzati”.

Parole simili a quelle del presidente della Lombardia Attilio Fontana, sempre della Lega: “Non possiamo imporre restrizioni ai cittadini che hanno dimostrato senso del bene comune”. Più duro il presidente toscano Eugenio Giani del PD: “Chi non è vaccinato non può partecipare alla vita della comunità”.

Tra i leader politici sarebbe favorevole al modello austriaco Matteo Renzi, mentre l’ipotesi di misure restrittive solo per i non vaccinati non sembrerebbe entusiasmare Matteo Salvini e Giuseppe Conte. Contro anche Giorgia Meloni: “Io non sono d’accordo con il lockdown per i non vaccinati perché, banalmente, non risolverà il problema”.

Vista l’attuale situazione sanitaria in Italia, dove i contagi sono in aumento ma la situazione è ancora sotto controllo e decisamente migliore rispetto al resto d’Europa, nel breve termine il Governo non dovrebbe prendere alcuna decisione a riguardo.

Se invece diverse Regioni dovessero finire in zona arancione o ancora peggio in quella rossa, allora l’argomento oggetto del nostro sondaggio potrebbe finire sul tavolo di Mario Draghi.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it