Legge 104: chi ne è titolare ha sempre diritto all’accompagnamento?

Lorenzo Rubini

9 Dicembre 2021 - 19:32

condividi

Legge 104 e indennità di accompagnamento sono due benefici che spettano agli invalidi ma non sempre spettano entrambi.

Legge 104: chi ne è titolare ha sempre diritto all'accompagnamento?

Non necessariamente chi è titolare della legge 104 ha diritto anche all’indennità di accompagnamento e non sempre chi ha diritto all’indennità di accompagnamento viene riconosciuto titolare anche della legge 104. Questo perchè i due benefici poggiano su requisiti diversi che cercheremo di approfondire in questo articolo.

Rispondiamo alla domanda di una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Gentile redazione, sono la figlia di una invalida con legge 104 con articolo 3, comma 3. Fruisco anche dei 3 giorni di permesso mensile per assistere mia mamma. Ma non le vogliono riconoscere l’indennità di accompagnamento. Posso in qualche modo fare ricorso visto che è titolare di legge 104?”.

Legge 104 e indennità di accompagnamento

Iniziamo spiegando cos’è l’indennità di accompagnamento e cos’è, invece, la legge 104.L’indennità di accompagnamento è una prestazione economica assistenziale riconosciuta agli invalidi civili al 100% che non sono in grado di camminare o spostarsi senza l’ausilio di un accompagnatore o che hanno bisogno di assistenza continua per lo svolgimento degli atti della vita quotidiana.

La legge 104, invece, è riconosciuta a coloro cui viene certificato un handicap e prevede una serie di agevolazioni volte all’integrazione sociale. Cosa ben diversa dall’invalidità. Mentre l’invalidità certifica una riduzione della capacità lavorativa, l’handicap certifica minorazioni che provocano difficoltà nelle relazioni e nell’apprendimento. Una distinzione importante, soprattutto in questo frangente.

Il riconoscimento della legge 104, quindi, certifica che sua mamma ha un handicap che ne limita le interazioni sociali e questo, di per se non prevede obbligatoriamente il riconoscimento anche dell’indennità di accompagnamento.

Se sua mamma, quindi, non ha difficoltà a camminare senza l’aiuto di un accompagnatore, se sua mamma riesce a compiere in autonomia gli atti della vita quotidiana senza bisogno della continua assistenza di un accompagnatore, allora l’indennità di accompagnamento non spetta.

Chi è titolare di legge 104, quindi, può ottenere anche l’indennità di accompagnamento solo se è invalido al 100% ed è in possesso dei requisiti che le ho descritto sopra poiché il solo riconoscimento dell’handicap che da diritto alla legge 104, non da diritto anche all’indennità di accompagnamento.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it