Le scrittrici che hanno fatto la storia della letteratura

17 Ottobre 2021 - 17:33

19 Ottobre 2021 - 16:02

condividi

Grandi scrittrici che hanno influenzato la letteratura mondiale con le loro opere e il loro pensiero. Ecco chi sono.

Le scrittrici che hanno fatto la storia della letteratura

Ogni occasione è buona per dedicare il tempo libero alla lettura, soprattutto delle autrici che hanno fatto la storia della letteratura grazie alle loro opere. Donne che grazie al loro pensiero e alla loro visione del mondo sono diventate fonte di ispirazione per tutti, senza confini di spazio e tempo.

Il mondo della parola scritta non sarebbe lo stesso senza il prezioso contributo che molte scrittrici hanno dato: con le loro opere hanno distrutto le barriere, rivoluzionato i classici ruoli uomo-donna, innescato cambiamenti irreversibili.

Ecco un breve elenco con alcune delle scrittrici che hanno fatto la storia della letteratura, insieme alle opere consigliate per la lettura.

Saffo (630 a.C. - 570 a.C.)

Nata sull’isola greca di Lesbo, la poetessa greca Saffo è senza dubbio una delle autrici più importanti della poetica classica. Saffo è universalmente considerata la prima scrittrice donna, e l’elemento interessante è che fu celebrata anche ai suoi tempi, davvero sorprendente data la natura tendenzialmente maschilista della Grecia antica.

Tra le opere delle quali si consiglia la lettura spiccano le «Liriche e frammenti», che sono giunte fino a noi.

Mary Wollstonecraft (1759-1797)

Vissuta nell’Inghilterra pre-romantica, Mary Wollstonecraft - madre di Mary Shelley (autrice di Frankenstein), è considerata non solo una scrittrice di notevole talento, ma anche una filosofa formidabile e la fondatrice del femminismo liberale. Riuscì a emanciparsi in un’epoca in cui le figure femminili non godevano di molta autonomia, e sposò il filosofo William Godwin, precursore delle teorie anarchiche che furono riprese nel corso del XIX secolo.

La sua opera principale che vi consigliamo di leggere è “Sui diritti delle donne” è uno dei lavori più significativi del primo movimento femminista.

Jane Austen (1775-1817)

Jane Austen è una delle autrici più lette al mondo. Sebbene sia spesso indicata in maniera semplicistica come un’autrice di narrativa sentimentale, la sua scrittura non si concentra solo su storie d’amore. Al contrario, essa esamina i ruoli delle donne nella società inglese a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo, e critica la loro dipendenza dal matrimonio. Per certi aspetti i personaggi di Jane Austen non sono molto distanti da alcuni modelli femminili dei giorni nostri.

Ovviamente la lettura consigliata non poteva che essere il suo masterpiece «Orgoglio e Pregiudizio», opera che ha ispirato moltissimi adattamenti cinematografici e televisivi.

Mary Shelley (1797-1851)

In questo elenco non poteva mancare la figlia di Mary Wollstonecraft. Mary Shelley che non conobbe mai la madre, in quanto quest’ultima morì per le conseguenza del parto alcune settimane dopo la nascita della figlia. È una vera e propria pioniera: ha scritto romanzi, racconti, è stata saggista, drammaturga e biografa.

Anche se la trama è conosciuta da tutti per adattamenti cinematografici e non solo, il consiglio è quello di leggere «Frankenstein», una pietra miliare della letteratura horror e al contempo uno dei primi esempi di romanzo di fantascienza. Quest’opera si inserisce nel contesto del Romanticismo europeo e offre diversi spunti di riflessione validi ancora oggi.

Edith Wharton (1862-1937)

Edith Wharton lasciò la sua impronta nella storia nel 1921, anno in cui divenne la prima donna a vincere il Pulitzer. Wharton non fu solo una poetessa e scrittrice di notevole successo, ma si impegnò anche in prima persona nelle lotte portate avanti dalle donne tra la fine del XIX secolo e l’inizio XX secolo.

Il suo romanzo «L’età dell’Innocenza» è ancora oggi un grande classico della letteratura mondiale, assolutamente da leggere.

Agatha Christie (1890-1976)

Agatha Christie è ricordata per aver creato due dei personaggi più popolari del giallo: l’anziana signora inglese Miss Marple e l’elegante investigatore belga Hercule Poirot. Per uno strano scherzo del destino, Agatha Christie affermò spesso di non amare molto il personaggio di Poirot, nonostante le sue avventure l’abbiano consacrata nell’olimpio della letteratura mondiale. Basti pensare al fatto che è la scrittrice più venduta della storia, subito dopo le opere di Shakespeare e la Bibbia.

La lettura consigliata è «C’è un cadavere in biblioteca», uno dei romanzi più conosciuti dell’autrice, nonché secondo romanzo avente come protagonista Miss Marple.

Octavia Butler (1947-2006)

L’autrice afroamericana Octavia Butler ha il merito di aver abbattuto le barriere di razza, sesso, classe e genere con la sua scrittura. É stata una tra i pionieri della narrativa del genere fantastico e il suo lavoro è elogiato ancora oggi per aver raccontato e descritto la situazione della comunità nera in America, soprattutto quella femminile. Le sue opere hanno avuto una notevole influenza su altri autori e autrici, oltre che sulla società.

Di Octavia Butler vi consigliamo la lettura di «legami di sangue». Butler si avvale di un espediente fantascientifico per trattare il delicato tema della schiavitù negli USA del XIX secolo, il tutto attraverso il punto di vista di una donna nera.

Alice Walker (1944-...)

Una delle scrittrici moderne più prolifiche: è la prima donna di colore a vincere un Premio Pulitzer e un National Book Award. Questa è in sintesi la descrizione di Alice Walker, il cui romanzo «Il Colore Viola» è anche stato portato sul grande schermo da Steven Spielberg nel 1985.

Ambientato nel Deep South degli USA durante i primi decenni del XX secolo, «Il Colore Viola» affronta tematiche sempre attuali, come la violenza sulle donne, il razzismo, gli abusi psicologici, ma anche l’emancipazione femminile e il riscatto sociale. Lettura consigliatissima.

J.K. Rowling (1965-...)

J.K. Rowling non ha bisogno di presentazioni. La scrittrice britannica madre di Harry Potter detiene il primato per essere la prima scrittrice donna ad aver raggiunto un patrimonio superiore al miliardo di dollari. I suoi romanzi hanno ispirato una popolare serie di film. Una storia a lieto fine quella di J.K. Rowling, che nella sua vita ha dovuto affrontare problematiche quali le violenze domestiche e la povertà. Si racconta che Harry Potter prima di essere uno dei libri più venduti, letti e famosi al mondo fosse un racconto che la scrittrice faceva al figlio prima di andare a dormire.

Tra i tanti libri della saga di Harry Potter che vi consigliamo di leggere spicca «Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban», terzo libro della saga e per ammissione della stessa autrice il libro che le sta più a cuore.

Argomenti

# Libri
# Donne

Iscriviti a Money.it