Le Pillole di Trading di questa settimana

Le Pillole di Trading della settimana su Scuoladitrading.it

Le Pillole di Trading di questa settimana

Bilancio settimanale delle pillole di trading discusse negli ultimi 7 giorni.

Abbonati gratis per 1 mese alle Pillole di Trading

Lunedì abbiamo potuto verificare quanto sia efficace il segnale derivante dalla comparsa della fakey bar, al fine di sfruttare potenziali falsi breakout a partire da una zona chiave del mercato. A tal proposito è stato mostrato un esempio pratico sull’indice Dow Jones.

Martedì, invece, è stata la volta del segnale lizard. Si tratta di una pin bar con caratteristiche ancor più specifiche: pattern ideato da Jeff Cooper, si presenta come una valida opzione per lavorare in qualsiasi condizione del mercato e sui time frame più svariati.

Mercoledì abbiamo parlato della strategia del pullback, in particolare quando i trend sono molto direzionali. E’ stato mostrato un esempio pratico sull’indice Nikkei-225, riferito a una variante di ritracciamento che comprende anche la presenza di un falso breakout.

Giovedì è stata stilato un elenco dei segnali operativi di price action trading basati sul breakout: una checklist molto utile da sbirciare periodicamente, per non perdersi mai le migliori opportunità generate da tali pattern grafici.

Venerdì, infine, abbiamo visto un esempio sul cambio euro/dollaro relativo al pattern 1-2-3 low di Joe Ross. Si tratta di uno dei segnali di trading più efficaci e concettualmente validi, in grado di fornire indicazioni operative importanti soprattutto in caso di potenziali inversioni del trend.

Alla prossima settimana, buon trading!

Nicola D’Antuono

logo Scuola di Trading

La versione completa delle Pillole di Trading
è disponibile su Scuola di Trading a soli 10€ al mese


Il primo mese è gratuito, iscriviti su Scuoladitrading.it!

Iscriviti alla newsletter

Argomenti:

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.