Le Pen promette: basta con l’UE, l’euro è un grave ostacolo alla Francia

icon calendar icon person
Le Pen promette: basta con l'UE, l'euro è un grave ostacolo alla Francia

Le Pen avverte l’Unione Europea: se divento Presidente, i rapporti Francia-UE saranno rivoluzionati per sempre.

La Le Pen, esponente dell’estrema destra francese e candidata alle presidenziali in programma quest’anno, avverte l’Unione Europea: ho in programma di arrivare a Bruxelles per distruggere i rapporti della Francia con l’UE.

Marine Le Pen ha annunciato che la sua prima visita all’estero sarebbe a Bruxelles, per smantellare i rapporti della Francia con l’UE qualora venisse eletta nuova presidente della Francia.

Il leader del Fronte Nazionale è una critica di lunga data dell’UE e ha promesso di lottare contro il superstato europeo tentacolare e riprendersi la sovranità della Francia.

La 48enne ha dichiarato:

"Vorrei andare a Bruxelles per avviare immediatamente le trattative per permettere di restituire ai francesi la loro sovranità".

Il leader dell’estrema destra destra ha attaccato la moneta unica, definendo l’euro come uno dei problemi di fondo dell’UE, e ha descritto le sue principali proposte economiche legate al «patriottismo economico, al protezionismo intelligente e al ritorno alla indipendenza monetaria».

Ha aggiunto:

"L’euro è un grave ostacolo allo sviluppo della nostra economia".

La Le Pen messo ha smentito il suo essere a favore del mantenimento di una forma di meccanismo di moneta comune tra la Francia e l’Unione Europea per aiutare a prevenire delle fluttuazioni di valuta troppo pesanti.

Dei recenti sondaggi prevedono che la Le Pen arriverà seconda al primo turno delle elezioni ad aprile - il che le garantirebbe un posto al turno successivo per il ballottaggio contro il repubblicano François Fillon.
Se le previsioni dei sondaggi sono corrette, la Francia avrebbe ormai per garantito un leader di destra dopo cinque anni della sinistra di Francois Hollande.

Le Pen rimane in testa di misura con alle spalle il candidato centrista Emmanuel Macron, che ha recentemente affermato che Angela Merkel ha salvato «la dignità collettiva» del continente con la sua politica della porta aperta all’immigrazione.

Le Pen cavalca l’ondata del populismo

L’ascesa della Le Pen è decisamente in linea con il rafforzamento del populismo in tutto il mondo; recentemente, il leader del Fronte Nazionale ha lusingato l’intervento di Trump suoi progetti della Ford, che ha rinunciato alla costruzione di una fabbrica in Messico preferendo implementare la produzione interna agli Stati Uniti.

Le Pen promette di adottare un «protezionismo intelligente» come politica, se eletta nuovo presidente della Francia.

Ha dichiarato:

"Se decidiamo di ricreare un dominio in un particolare settore, spiegheremo alle aziende importanti che i dazi doganali aumenteranno progressivamente lungo un periodo di cinque anni.

Questo permetterà loro di organizzarsi, dando il tempo di rimpatriare le relative linee di business."


Commenti a questo articolo:

Per commentare o rispondere ad un post è neccessario autenticarsi.
Se non sei registrato sul nostro sito puoi farlo tramite il link in basso alla fine del form di login.

Effettua il login
Chiudi X