LSEV è un’acronimo che sta per Low Speed Electric Vehicle, nata dal progetto della start-up XEV - tra cui figura una società italiana - e dalla compagnia Polymaker di Shanghai specializzata in stampa 3D.

L’auto è una vera e propria citycar a bassa velocità di quelle che in Europa possono essere guidate anche a 16 anni, e dovrebbe arrivare sul mercato nel 2019. La particolarità, oltre al prezzo accessibile è che ogni componente della LSEV è costruito con la stampa 3D, ad esclusione dei sedili, la carrozzeria e i cristalli.

I tempi di produzione indicano che è imminente l’arrivo di numerose auto in 3D per il mercato di massa.

LSEV, la citycar elettrica stampata in 3D

L’auto è a due posti secchi, proprio come una Smart, anche se le prestazioni sono molto più simili a quelle delle “macchinette” utilizzate dai giovanissimi come alternativa al motorino. La velocità massima è di 70 km/h mentre l’autonomia è di 150 km con una sola ricarica.

Il debutto sarà al Salone di Pechino nel mese di aprile, anche se l’auto finora ha ricevuto 7mila ordini, soprattutto da parte di aziende cinesi che hanno dimostrato interesse prima ancora dell’avvio della produzione.

In giro per i Saloni, l’auto riceverà i pareri necessari perché i designer possano farla sempre più vicina ai desideri dei clienti.

Mobilità elettrica e stampa 3D

Sono 2.000 le parti attualmente realizzate in plastica, e la scommessa del produttore è di riuscire a ridurle a 57, accorciando così i tempi di ricerca e sviluppo. Finora la tecnica della stampa 3D ha tagliato i costi del 70% e anche i tempi di progettazione, visto che per fare un nuovo modello con sistemi tradizionali ci vogliono circa 3 o 5 anni, mentre per un’auto in 3D da tre mesi a un anno.

Le grandi case automobilistiche sono però scettiche sulla stampa 3D per la produzione di auto in massa: Ford sperimenta questa tecnica dagli anni Novanta ma soltanto per piccoli componenti, visto che per i macchinari richiesti la stampa è troppo lenta.

Tuttavia, un’auto in 3D è molto più leggera - ad esempio LSEV pesa 450 kg rispetto alla media tonnellata delle altre citycar - un fattore determinante soprattutto per le auto elettriche che sono più pesanti a causa delle batterie.

L’auto sarà disponibile in Asia e Europa nel 2019.