Kinder fetta a letto, nuova canzone virale su Tik Tok e Instagram: chi è l’autore e testo

Giorgia Bonamoneta

2 Gennaio 2022 - 20:22

condividi

“Kinder fetta a letto” è la nuova canzone virale di fine anno che ha totalizzato oltre 3 milioni di visualizzazioni in poco tempo. Ma chi è l’autore del brano e qual è il testo? Scopriamo insieme.

Kinder fetta a letto, nuova canzone virale su Tik Tok e Instagram: chi è l'autore e testo

È “Kinder fetta a letto” la nuova canzone virale su Tik Tok e Instagram. Una viralità che ha raggiunto milioni di utenti, che hanno messo like o che hanno riutilizzato l’audio per girare al propria versione. Tanto virale che anche i Ferragnez (Chiara Ferragni e Fedez) l’hanno riproposta dall’isolamento al quale sono costretti perché positivi al Covid-19.

La viralità di Kinder fetta a letto forse è dovuta proprio al messaggio che lancia, duplice. Da un lato l’impossibilità per molti di godersi le tanto agognate festività, perché bloccate a casa in isolamento; dall’altra un fenomeno più complesso e generazionale, alimentato dalla pandemia, che spinge i giovani under 30 a rimanere sempre più spesso a casa e preferire una serata film alla baldoria (per citare la canzone).

“Kinder fetta a letto” diventa virale

Ormai l’hanno ascoltata più di 3 milioni di utenti (dati di Tik Tok) ed è stata riutilizzata per creare più di 23 mila video. È “Kinder fetta a letto” la canzone virale dell’ultimo mese del 2021, un esempio perfetto e ironico dell’immobilismo degli ultimi due anni.

Sono stati moltissimi i giovani (e meno giovani) che hanno condiviso il messaggio dietro il testo e il video, soprattutto in questo dicembre di casi di positività, e quindi di persone isolate in casa, in aumento.

“Kinder fetta a letto”: chi è l’autore del brano virale

Ma chi ha creato e pubblicato la virale “Kinder fetta a letto”? Edoardo Ruzzi, nome utente @Rootsie, è questo il nome dietro il brano virale. Nell’intervista rilasciata per Fanpage Ruzzi si è raccontato e ha raccontato la propria musica.

Edoardo Ruzzi ha 29 anni e nasce a Loreto Aprutino, un paese di piccole dimensioni (appena 7.000 abitanti) in provincia di Pescara. È qui che studia musica e inizia a suonare il basso elettrico. In seguito si è spostato a Roma per studiare come attore, ma “all’Accademia d’Arte Drammatica mi hanno tagliato un po’ le gambe” ha raccontato.

Si è quindi spostato nel campo della fotografia, del videomaking e in generale della regia, studiando all’Accademia di Belle Arti, dove si è specializzato grazie a un corso di tre anni in cinematografia. Dall’intervista si capisce che Ruzzi è un perfezionista. Racconta di aver impiegato due settimane per produrre il brano virale, diversamente dai precedenti e meno famosi contenuti del suo profilo.

“Kinder fetta a letto”: testo

Non esiste un testo completo di “Kinder fetta a letto”. La canzone, di appena 35 secondi, è stata creata con lo scopo di essere vista e utilizzata come loop. Il creatore ha ammesso che non esiste una versione più lunga, completa e che, per quanto ci sta pensando, non pensa di aggiungerla e non pensa di firmare nessun contratto per farla uscire intera.

Questo pezzo è nato esattamente per essere fruito sui reel o sui tiktok - ha detto - Adesso la dovrei riadattare”. Nell’attesa che Edoardo Ruzzi decida di scrivere la forma completa del brano, ecco il testo da imparare per poter utilizzare l’audio per creare la propria versione di “Kinder fetta a letto”.

Testo:

We usciamo // seh, usciamo
dai, vatti a vestire

ma dove andiamo? A fare che, con chi, perché?
ma ci andiamo a divertire // ah te vuoi fare la baldoria
(siiih)

io no, non mi va
Anzi, sai che? Statte a la casa
statte a la casa

un bel filmetto, tisanina e kinder fetta… al letto.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# musica

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO