K-Pop BTS: quanto ha guadagnato in 8 anni la band coreana (quotata in Borsa)

Elisa Corpolongo

12 Giugno 2021 - 19:26

condividi

Da boy band coreana fino alle quote in Borsa: ecco quanto ha guadagnato il gruppo K-Pop BTS negli ultimi otto anni.

K-Pop BTS: quanto ha guadagnato in 8 anni la band coreana (quotata in Borsa)

I BTS, noti anche come Bangtan Boys o Bangtan Sonyeondan, sono nati come boy band coreana e sono poi diventati l’icona del K-pop, fino ad essere quotati in borsa.

Sono stati proprio loro ad introdurre il K-pop nel mercato mainstream americano, raggiungendo diversi primati nelle vendite e piazzandosi come il primo gruppo coreano a ricevere una certificazione ufficiale dalla Recording Industry Association of America per un singolo col titolo Mic Drop.

I BTS sono gli artisti con più vendite in Corea del Sud, per un totale di 20 milioni e 300 mila dischi dal debutto fino allo scorso anno, fino ad attirare l’attenzione dei mercati finanziari.

Inutile a dirsi, siamo nel mondo degli stipendi da record: ecco quanto hanno guadagnato negli ultimi 8 anni.

Quanto hanno guadagnato i BTS con la musica

Non solo i BTS sono il gruppo con più vendite in assoluto nella Corea del Sud, ma nel 2020 sono stati la prima band per numero di vendite a livello mondiale. A dichiarare questo è L’International Federation of the Phonographic Industry (Federazione internazionale dell’Industria Fonografica, nota anche con l’acronimo IFPI).

Il loro disco Map of the Soul: 7 (edito nel 2020) è l’album più venduto nell’intera storia della musica sudcoreana. Con questo album, la boy band ha contribuito al PIL annuale per una cifra che supera i 5,5 trilioni di won.

Le onorificenze non si sono, infatti, fermate alla sfera dell’ambito musicale, anzi: hanno ricevuto riconoscimenti per aver contribuito alla diffusione della cultura coreana nel mondo e alla promozione dei rapporti tra Stati Uniti e Corea del Sud.

La miniera d’oro: Big Hit Entertainment

I BTS sono diventati, coi loro successi musicali, una fonte incommensurabile di oro anche per l’etichetta che li ha rappresentati durante questi 8 anni, la Big Hit Entertainment.

È proprio la Big Hit Entertainment che verrà piazzata in Borsa tra poco più di un paio di settimane e che potrebbe diventare la più grande quotazione in Corea del Sud durante gli ultimi tre anni diventando una vera e propria miniera d’oro.

Le azioni dell’etichetta sono stimate al prezzo di 135mila won, che equivale a circa 115 mila dollari. La Big Hit Entertainment sarà in grado di raccogliere la bellezza di 820 milioni di dollari (962,6 miliardi di won).

Quanto hanno guadagnato i membri della band BTS?

Grazie alla quotazione in Borsa dell’etichetta, sia il fondatore sia ogni singolo membro della band icona del K-Pop potranno ottenere una certa fortuna.

Ogni membro dei BTS, infatti, possiede una discreta quantità di azioni dell’etichetta (per un totale di oltre 68mila azioni) che si quantificano per un totale di circa 8 milioni di dollari a testa; ma non è tutto e i guadagni non finiscono qui.

Due compagnie sono interessate alle quote dell’azienda: da un lato troviamo la compagnia della Corea del Sud Netmarble, famosa per la realizzazione di giochi per cellulari, e dall’altro la società di investimento privata di nome STIC Investments.

Entrambe le compagnie sono interessate, per quanto in misura diversa, all’azienda. La prima ha pagato all’etichetta una somma pari a 201,4 miliardi di won, mentre la seconda 104 miliardi di won: somme da far girare la testa.

Iscriviti a Money.it