ISEE: i coniugi fanno parte sempre dello stesso nucleo familiare

Lorenzo Rubini

18 Marzo 2021 - 12:22

condividi
Facebook
twitter whatsapp

I coniugi, anche se non conviventi, fanno parte sempre dello stesso nucleo familiare ai fini ISEE.

ISEE: i coniugi fanno parte sempre dello stesso nucleo familiare

Se si vuole fare l’ISEE e non si convive con il proprio coniuge, questi va inserito nel nucleo familiare? Vediamo cosa prevede la normativa in materia rispondendo alla domanda di una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno, avrei una domanda da sottoporle, vorrei fare l’ISEE, sono spostata, ma dal 2018 non vivo più con mio marito e ho un’altra residenza, ma non siamo ancora separati legalmente, ai fini dell’ISEE ho l’obbligo di inserire anche lui, anche i suoi redditi (che onestamente non conosco e purtroppo non abbiamo alcun rapporto di conversazione da quando sono andata via di casa) devo inserire anche lui?
Grazie mille”

Isee coniugi non conviventi

Il calcolo dell’Isee e la compilazione della dichiarazione DSU sono legati strettamente alla composizione del nucleo familiare, che ricordiamo essere cosa diversa dallo stato di famiglia desumibile dall’anagrafe comunale.

Uno dei vincoli che influisce sulla composizione del nucleo familiare è proprio il matrimonio visto che la normativa dell’ISEE stabilisce che i coniugi fanno sempre parte dello stesso nucleo familiare anche se non sono nello stesso stato di famiglia e, quindi, hanno residenze diverse.

Se i coniugi, quindi, hanno una residenza diversa rientrano nello stesso nucleo familiare ai fini Isee e dovranno scegliere, di volta in volta, quale dei due stati di famiglia prendere a riferimento per la definizione del nucleo familiare.

Solo nei seguenti casi i coniugi con diversa residenza non fanno parte dello stesso nucleo familiare:

  • qualora sia stata ottenuta la separazione legale
  • quando la diversa residenza sia dovuta a provvedimenti urgenti del giudice
  • se uno dei coniugi è stato escluso dalla potestà sui figli
  • se è stata presentata domanda di divorzio
  • se è stato avviato un procedimento dal quale possa risultate l’abbandono del tetto coniugale da parte di uno dei due coniugi.

In ogni caso per non far parte dello stesso nucleo familiare, da quello che si evince dalle situazioni sopra descritte, serve un procedimento in corso o un provvedimento giudiziale. La separazione di fatto (come nel vostro caso) non è sufficiente a determinare l’esclusione dal nucleo familiare di uno dei due coniugi.

Pertanto fino a che non avvia le pratiche di separazione ed ottiene un provvedimento del giudice in tal senso, suo marito fa parte del suo nucleo familiare e, di conseguenza, deve inserirlo nel suo Isee.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

# ISEE

Iscriviti alla newsletter

Money Stories