Hyundai Ioniq 5: prova su strada del crossover elettrico

8 Ottobre 2021 - 10:37

condividi

Un crossover elettrico audace, Hyundai Ioniq 5 è disponibile in due livelli di potenza per un’autonomia di oltre 400 km. Prezzi a partire da 44.750 euro.

Hyundai Ioniq 5: prova su strada del crossover elettrico

Hyundai Ioniq 5 è un crossover elettrico dallo stile originale e dai contenuti innovativi. È il primo modello del marchio automobilistico coreano che nasce sulla piattaforma E-GMP (acronimo di Electric-Global Modular Platform), una base che offre il vantaggio di una ricarica rapida e di maggiore autonomia.

Hyundai Ioniq 5 è disponibile con due livelli di potenza a trazione anteriore o integrale, per un’autonomia che supera i 400 km nel ciclo medio combinato.

Un design all’avanguardia per una tecnologia premium, gli interni utilizzano materiali eco-compatibili e tramite la funzione Vehicle-to-Load é possibile ricaricare qualsiasi dispositivo elettrico, da un monopattino elettrico ad attrezzature da campeggio, l’erogazione di energia arriva fino a 3,6 kW di potenza.

Hyundai Ioniq 5: il crossover elettrico originale

Hyundai Ioniq 5 Hyundai Ioniq 5

Un design esterno che si contraddistingue per linee nette e tese, rivoluzionarie le luci parametriche a effetto pixel presenti sia nella zona anteriore che al retro, il paraurti ha una forma a V, le maniglie portiere a scomparsa contribuiscono a rendere le fiancate pulite, il tutto per una maggiore efficienza aerodinamica.
Inedita anche la forma del montante C, particolarmente inclinato, ricorda il concept Hyundai “45”.

Ogni particolare è stato curato nei minimi dettagli per ottenere la massima efficienza, i cerchi in lega leggera da 20 pollici riprendono il tema stilistico del “Paramatric Pixel”.

Lunga 4,635 metri, larga 1,89 metri ed alta 1,605 metri ha un passo di 3 metri ed una capacità di carico di 527 litri in configurazione standard e che in presenza degli schienali posteriori abbattuti supera i 1.580 litri, un’auto elettrica che offre un’abitabilità invidiabile a fronte di un comfort di marcia di livello premium.

Nove le tinte carrozzeria disponibili, cinque le tonalità ispirate alla natura:

  • Gravity Gold Matte (è il colore di lancio);
  • Shooting-Star Gray Matte;
  • Digital Teal-Green Pearl;
  • Mystic Olive-Green Pearl;
  • Lucid Blue Pearl;
  • Atlas White;
  • Galactic Gray Metallic;
  • Cyber Gray Metallic;
  • Phantom Black Pearl.

Gli interni sono avveniristici, il passo allungato di 3 metri ha consentito di realizzare diverse soluzioni inedite, complice un pavimento completamente piatto.

Hyundai Ioniq 5 Hyundai Ioniq 5

I sedili anteriori a regolazione elettrica possono essere inclinati totalmente, la console centrale mobile può scorrere in avanti e indietro di 140 millimetri, il concetto di “Living Space” qui trova la sua massima espressione superando ogni approccio convenzionale.

Anche i sedili posteriori sono regolabili elettricamente e possono scorrere fino a 135 millimetri, numerosi rivestimenti interni, dal tetto alle finiture portiere, dal pavimenti al bracciolo anteriore, sono realizzati con materiali eco-compatibili ricavati da fonti sostenibili quali ad esempio:

  • le bottiglie in PET riciclate;
  • filati di lana naturale;
  • ecopelle trattata con estratti di origine vegetale;
  • vernici biologiche derivate da estratti vegetali.

La strumentazione riflette tutta la modernità progettuale di un’auto elettrica che nasce per stupire, il display touchscreen centrale da 12,3 pollici è completamente privo di qualsiasi tasto ed ospita un sistema d’infotainment che integra un nuovo tema grafico denominato “Jong-e Graphic User Interface”.
Il quadro strumenti ospita uno schermo da 12,3 pollici in grado di visualizzare diverse informazioni utili tra cui lo stato di carica della batteria, la presenza di stazioni di ricariche vicine, velocità di crociera e sistemi ADAS attivi.

Il crossover elettrico firmato Hyundai è dotato di un’avanzata connettività, tramite i servizi Bluelink è possibile controllare l’auto anche da remoto, verificare lo stato della batteria, i tempi di ricarica, programmare il preriscaldamento se la vettura è collegata a una alimentazione esterna ed attivare il riscaldamento dei sedili e volante.

Hyundai Ioniq 5 Hyundai Ioniq 5

Il sistema Bluelink e Live Service integrano varie funzioni tra cui:

  • Connected Routing: il sistema di navigazione è collegato alla rete tramite cloud;
  • Last Mile Navigation: una volta parcheggiata l’auto, il guidatore può proseguire a piedi se la destinazione è compresa tra i 200 metri e i 2 chilometri, le informazioni sono fornite tramite Google Maps e realtà aumentata;
  • User Profile: ogni utente può salvare le proprie preferenze sull’infotainment, dalla lingua alle impostazioni Bluetooth;
  • Remote Profile Management: le impostazioni del veicolo vengono salvate su di un cloud con la possibilità di richiamarle in remoto via smartphone;
  • Live Parking Services: informa sulla presenza nelle vicinanze di parcheggi liberi e sui relativi prezzi;
  • Calendar integration: in prossimità dell’avvicinarsi di un appuntamento tramite sincronizzazione del sistema centrale della vettura con il Google Calendar o Apple, il guidatore riceverà messaggi durante i suoi spostamenti in auto;
  • Remote services: consente di visualizzare da remoto lo stato della vettura;
  • Remote Climate Control: il conducente può programmare il preriscaldamento della vettura se il veicolo è collegato a una fonte esterna di alimentazione;
  • Find My Car: localizzazione della vettura;
  • Security: tramite smartphone è possibile ricevere notifiche relative all’allarme del veicolo;
  • Maintenance: diagnostica e report del veicolo;
  • Send to Car: ricerca punti di interesse;
  • Online voice recognition: riconoscimento vocale per il controllo del veicolo da remoto.

Sulla console centrale è collocato un pad per la ricarica wireless, cinque le porte USB presenti nell’abitacolo, l’impianto audio Bose a otto altoparlanti si contraddistingue per l’eccellente resa sonora.

Per la prima volta l’head-up display con realtà aumentata viene proposto su di una Hyundai, una tecnologia utilissima che proietta su parabrezza diverse informazioni utili, dal percorso indicato dal sistema di navigazione alle funzioni di sicurezza avanzate, fino agli avvisi sull’ambiente circostante.

Ioniq 5 è il primo modello del marchio Ioniq e sarà affiancato nei prossimi anni da due avveniristici modelli, la Ioniq 6 che si baserà sul concept EV Prophecy svelato a marzo del 2020 e la Ioniq 7 che rappresenterà un SUV di grandi dimensioni.

Hyundai Ioniq 5 Hyundai Ioniq 5

Hyundai Ioniq 5: fino a 305 cavalli e con trazione anteriore o integrale

Il crossover elettrico è disponibile in due configurazioni di batteria, da 58 e 72,6 kWh, quest’ultima anche a trazione integrale (all wheel drive).

Oltre a una consistente differenza in termini di potenza massima, autonomia e prestazioni, le due configurazioni divergono principalmente per la presenza di un solo motore (trazione posteriore) o di una coppia di propulsori (trazione integrale).

La versione top di gamma è la AWD da 72,6 kWh dotata di una potenza complessiva di 225 kW (305 cavalli) e di 605 Nm di coppia massima e capace di uno 0 - 100 km/h in 5,2 secondi; in presenza della sola trazione posteriore e conseguentemente con una potenza di 160 kW e coppia di 350 Nm, nello 0 - 100 impiega 7,4 secondi.

La versione d’accesso è la 58 kWh a due ruote motrici (RWD) da 125 kW di potenza e 350 Nm di coppia massima, in questo caso per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo occorrono 8,5 secondi.

L’autonomia massima con una singola ricarica è di 481 chilometri (ciclo combinato WLTP), per i tempi di ricarica, in corrente alternata occorrono dalle 4 ore e 49 minuti per la 58 kW alle 6 ore circa per la 72,6 kW, mentre in corrente continua da 350 kW per una ricarica dal 10 all’80% occorrono 18 minuti.

Tre gli allestimenti disponibili:

  • Progress;
  • Innovation;
  • Evolution.

Prezzi a partire da 44.750 euro per la Progress da 58 kWh RWD.

Hyundai Ioniq 5 Hyundai Ioniq 5

Hyundai Ioniq 5 - Prova su strada

Le aspettative sono alte, il suo stile non passa inosservato anzi, il mix tra una silhouette che rievoca un concept e i gruppi ottici a pixel, contribuisce ad alimentare la mia curiosità nel saggiare le sue doti stradali.

Interessante il sistema di apertura delle portiere, le maniglie a scomparsa danno subito l’idea di un’auto futuristica e di fatto nei primi chilometri percorsi questa sensazione non viene meno, perché dalla strumentazione al totale comfort acustico, la silenziosità di marcia è assoluta.

Curioso ma estremamente pratico il posizionamento della leva del cambio automatico, il suo funzionamento ricalca quello del classico comando del tergicristallo. Ottimo lo spazio a bordo, così come di dimensioni considerevoli è il bracciolo anteriore, finalmente non solo un elemento di arredo ma un utile strumento di comfort.

Nel traffico di Milano apprezzo la rapidità e lo scatto di un’auto elettrica dalla potenza considerevole, la vettura in prova ha una potenza considerevole ma soprattutto una coppia esorbitante.

Tre le modalità di guida, tutte selezionabili tramite il pratico tasto “Drive Mode” posizionato sul volante:

  • Eco;
  • Normal;
  • Sport.

In Eco l’erogazione della potenza è dolce, progressiva, in questa modalità viene privilegiata l’autonomia, in Normal si apprezza lo scatto, in Sport gli oltre 300 cavalli a disposizione si fanno sentire tutti.

La tenuta di strada è elevata, il caricamento laterale è minimo, i cerchi da 20 pollici contribuiscono in maniera determinante alla stabilità del veicolo, ma anche il passo fa la sua differenza, sembra di viaggiare su di un binario anche nei rapidi cambi di direzione, il tutto nonostante un peso di oltre 2,5 tonnellate.

Lo sterzo è sufficientemente leggero, interessante il diametro di volta, ottima la visibilità, complice un sistema di telecamere che in retromarcia proietta sullo schermo centrale immagini a 360 gradi.
La strumentazione richiede un minimo di apprendimento per configurarla secondo le proprie esigenze e gusti, le informazioni disponibili sono tante, l’head-up display in questo aiuta molto, perché proietta sul parabrezza tutto ciò che serve per arrivare velocemente a destinazione.

Una prima presa di contatto estremamente positiva, il futuro dell’automotive senza ombra di dubbio oramai è elettrico, se in passato i nostalgici dell’endotermico erano restii verso questo nuovo modo di concepire l’auto, oggi potranno ricredersi provando anche la Ioniq 5, un crossover a zero emissioni che ha davvero tutto per conquistare un pubblico attento alle tecnologie ma soprattutto rispettoso dell’ambiente.

Foto Hyundai Ioniq 5

Iscriviti a Money.it