Green pass per spostarsi: dove serve il base e quando il rafforzato

Chiara Esposito

8 Gennaio 2022 - 16:28

condividi

Quale tipologia di documentazione verde è richiesta sui vari mezzi di trasporto? Un elenco delle regolamentazioni, caso per caso.

Green pass per spostarsi: dove serve il base e quando il rafforzato

Le norme sul Super Green Pass sono in continuo aggiornamento vista la calendarizzazione scaglionata delle misure da adottare nei vari settori della vita quotidiana. In vista di nuove restrizioni facciamo quindi il punto per l’ambito dei trasporti.

Le decisioni che lasciano maggiori perplessità sono quelle sui bus e sui voli internazionali. Mentre per i primi (per gli over 12) sarà richiesta la certificazione rafforzata, nel caso dei viaggi internazionali chi va all’estero ad esempio deve seguire le regole del Paese d’arrivo e potrebbe bastare il semplice tampone.

Per maggiore chiarezza però vi riportiamo qui tutti i dettagli sulle varie misure da adottare, comprese quelle che, come il taxi, non richiedono alcuna verifica del documento verde.

Validità pass: come cambiano le regole?

Un importante cambiamento è quello che subirà la durata del pass nel nostro paese. In molti Paesi europei il Green Pass vale un anno, ma dall’1 febbraio in tutta la UE passerà a 9 mesi. Lo stesso giorno in Italia invece la validità diventerà di soli 6 mesi.

Chi avrà quindi ricevuto la seconda dose da più di sei mesi si vedrà annullato il documento mentre all’estero il suo pass sarà considerato ancora valido.

Al contrario però uno straniero che ha un Green Pass con validità più lunga nel suo Stato arrivando in Italia lo vedrà scaduto (se ha superato la soglia limite dalla seconda dose).

Lo spartiacque per i trasporti

Il 10 gennaio sarà la data spartiacque per i controlli del pass sui trasporti con variazioni sensibili per chi si sposta tra una regione e l’altra, ma non solo.

Controlli di solo Green Pass Base fino al 09/01/2022 per:

  • utilizzo di mezzi di trasporto pubblico o privato di linea (treni interregionali, aerei nazionali, navi e traghetti e autobus e pullman di linea che collegano più di due regioni);
  • autobus urbani e corriere;
  • trasporto scolastico dai 12 anni compiuti.

Richiesta di Pass rafforzato dal 10/01/2022 per:

  • utilizzo di mezzi di trasporto pubblico o privato di linea (treni interregionali, aerei nazionali, navi e traghetti e autobus e pullman di linea che collegano più di due regioni);
  • autobus urbani e corriere;
  • trasporto scolastico dai 12 anni compiuti.

A chi e dove non sarà controllato il pass?

Saranno esentati dalle procedure di verifica della certificazione tutti i bambini che non hanno ancora compiuto il dodicesimo anni di età. Il pass o il tampone, dove necessario, sarà richiesto solo sopra i 12 anni. I passeggeri avranno comunque l’obbligo di indossare una mascherina FFP2.

Senza controllo quindi i mezzi dedicati al trasporto scolastico, esclusivamente se riservati ai minori di 12 anni (scuolabus).

Restano liberi di circolare però anche i cittadini che non possiedono nessuna forma di Green Pass qualora ci si sposti con:

  • auto private;
  • mezzi di trasporto pubblico non di linea (taxi e autovetture fino a 9 posti).

Dove permane quindi il solo Green Pass Base? I controlli di solo Green Pass Base valgono per metropolitane e voli internazionali.

Il paradosso aereo

Nel caso dei voli internazionali è bene ricordare che chi deve andare all’estero deve seguire le regole del Paese di destinazione. In Europa ad esempio si viaggia con il Green Pass europeo che viene concesso anche a chi ha un tampone negativo da 48 o 72 ore.

La sola variabile per i viaggiatori è costituita dal periodo di quarantena a cui è sottoposto chi non è vaccinato.

Il paradosso italiano in fatto di spostamenti aerei è che per viaggiare all’interno dei confini nazionali sarà necessario il documento rafforzato mentre un non vaccinato può andare dall’Italia in Europa facendo solo il tampone. La variabile che attenua la differenza è che, al rientro, oltre al test negativo, si devono osservare cinque giorni di quarantena e poi fare un altro tampone.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it