Mercato del lavoro USA, la Great Resignation continua: il grafico della settimana

Luca Fiore

8 Gennaio 2022 - 09:00

condividi

Dai dati diffusi dal Dipartimento del lavoro relativi il mese di novembre è emerso che la “Great Resignation”, definita anche Big Quit, sta facendo registrare nuovi record.

Mercato del lavoro USA, la Great Resignation continua: il grafico della settimana

Definita anche “Big Quit”, la tendenza statunitense a presentare le dimissioni è generalmente conosciuta come «Great Resignation».

Innescato dalla pandemia, che ha portato molte persone a lasciare il posto di lavoro per ridisegnare la propria vita o più semplicemente per guadagnare di più, questo fenomeno a novembre ha fatto registrare un nuovo picco.

Great Resignation: i settori maggiormente coinvolti

Secondo le statistiche diffuse qualche giorno fa dal Dipartimento del lavoro nel suo Job Openings and Labor Turnover Survey, a novembre negli Stati Uniti 4,53 milioni di lavoratori hanno presentato le dimissioni (includendo anche i licenziamenti, il totale delle “separazioni” a novembre si è attestato a 6,3 milioni di unità).

Dimissioni negli USA a novembre 2021. Fonte: The Hustle

Il dato segna un +8,9% rispetto al record di ottobre, che aveva registrato 4,36 milioni. In percentuale sulla forza lavoro, il tasso di dimissioni si è attestato al 3%.

I settori maggiormente coinvolti sono quelli, come quello sanitario (tasso di dimissioni al 6,4%), che sono stati stravolti dalla pandemia o, come quello dell’ospitalità (6,9%), in cui il rischio di essere contagiati è particolarmente elevato.

Sopra la media nazionale anche il commercio al dettaglio (4,4%) mentre tra i dipendenti pubblici (1%) e tra chi lavora nel settore finanziario e assicurativo (1,4%) si registrano i livelli minori.

Ovviamente tra le cause che stanno portando al picco delle dimissioni c’è anche la volontà di migliorare la propria condizione lavorativa, visto che l’economia è solida ed i salari sono in deciso aumento (a novembre 2021, per 10,56 milioni di posti vacanti, c’erano solo 6,88 milioni di persone in cerca di lavoro).

“Le persone che si dimettono stanno cambiando occupazione, non riducono la forza lavoro”, ha detto Heidi Shierholz, capo economista dell’Economic Policy Institute.

Assunzioni e Separazioni negli USA a novembre 2021. Fonte: Bureau of Labor Statistics

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.