Google pensa a una connessione ad ultrasuoni per ChromeCast

Al Google I/O l’azienda ha presentato gli aggiornamenti su Chromecast, di cui vengono sviluppate nuove forme di connessione per accedere ai contenuti

Tra gli accessori più rilevanti partoriti di recente da Google c’è senza ombra di dubbio Chromecast, la penna usb che si collega alla rete wi-fi permettendo così di usufruire dei contenuti disponibili sull’etere. Il dispositivo che nei mesi scorsi ha aggiunto un importante concorrente ai prodotti simili su piazza. Una potente trovata di Google, con la quale negli scorsi mesi aveva dato filo da torcere ad altre aziende, in termini di concorrenza sul mercato per prodotti simili. Amazon e Apple in primis, note per aver creato e sviluppato dispositivi per fruire dei contenuti attraverso televisori ultra moderni. Una penna intelligente che nel corso di questi mesi, soprattutto grazie al prezzo concorrenziale, rivolto ad un target molto vasto, ha avvicinato molti utenti all’utilizzo di prodotti di questo genere.

Tra le novità che Google ha presentato all’evento internazionale Google I/O vi è una decisiva evoluzione e un potente miglioramento del dispositivo di loro fabbricazione. Gli aggiornamenti che hanno riguardato Chromecast risiedono nel metodo di collegamento. La penna smart non avrà più bisogno della rete wi-fi per funzionare, si potrà accedere ai contenuti in una maniera differente. La nuova forma di collegamento si baserà su una tecnologia ad ultrasuoni.

Secondo le prime indiscrezioni trapelate pare che, una volta attivata la connessione, il televisore a cui la penna è collegata inizi ad emettere degli ultrasuoni, non percepiti dall’orecchio umano ( a cui il suono arrecherebbe fastidi), suoni a frequenze non udibili dall’uomo, suoni che sono captati dai dispositivi Android abilitati all’uso gemellato con Chromecast. La connessione copre una certa distanza, i device collegati saranno disponibili a condividere contenuti in un certo arco d’azione.

Le novità sono attese per la fine dell’anno, periodo in cui l’aggiornamento sarà implementato con la vendita del dispositivo, senza necessità di acquistare hardware e componenti aggiuntivi.
Tra le attese della stagione estiva c’è un importante aggiornamento che riguarda il mirroring dello schermo. Per la stagione in arrivo è previsto un upload per la quale sullo schermo appariranno tutti i contenuti dei dispositivi collegati (video, applicazioni, canzoni e tutto quello che viene mostrato sul display del dispositivo mobile). Novità anche per quanto riguardo i device compatibili, tra quelli attesi ci sono: HTC One M7, LG G2, LG G2 Pro, Nexus 4, Nexus 5, Nexus 7 (2013), Nexis 10, Samsung Galaxy Note 3, Samsung Galaxy S4, Samsung Galaxy S5, per la sorte di altri modelli ci sarà da attendere ancora, anche se la scadenza pare breve e sia tra le prossime aspettative dell’azienda, produttrice di Chromecast.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Argomenti:

Google inc. (GOOG)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.