Google: ecco i piani per la seconda sede a San Jose

Marco Ciotola

12 Ottobre 2019 - 10:58

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Alcuni documenti ufficializzano i piani di Google per costruire il suo secondo quartier generale a San Jose, in California

Google: ecco i piani per la seconda sede a San Jose

Google punta a far nascere un suo secondo quartier generale a San Jose, in California.

La società ha formalmente presentato domanda per i piani di costruzione su un terreno di 80 acri, per 6,5 milioni di metri quadrati di spazio per gli uffici, superiore ai precedenti 6 milioni originariamente previsti.

Tra i documenti c’è inoltre la richiesta di 5.900 nuove unità abitative, ovvero ben oltre le 5.000 unità precedentemente messe in conto dal colosso di Mountain View.

Google: come sarà la seconda sede di San Jose

Il secondo quartier generale, pronto a sorgere a San Jose, California, nasce per diventare in poco tempo un nuovo fulcro del lavoro di Google.

Il progetto include anche un importante centro di transito, spazi alberghieri aziendali, parchi e edifici per le più disparate destinazioni.

Rendering del nuovo quartier generale di Google.

Il più recente aggiornamento della proposta mostra un deciso ampliamento dei piani della compagnia, che conferisce tratti sempre più imponenti al suo secondo quartier generale, sia in termini di metrature che di realtà da inserire nell’intera area.

Gli spazi ampliati e i progetti ancora privi di vincoli numerici specifici consentono all’azienda e alla stessa città una maggiore flessibilità, tale da garantire libertà per accogliere i vari feedback in arrivo dal voto di approvazione finale, previsto per l’anno prossimo.

A sottolinearlo il portavoce della società, Michael Appel, il quale ha precisato che l’estensione delle misure indicate nei documenti ufficiali non implica che la compagnia aumenterà necessariamente lo spazio della nuova sede.

La mossa di Google deriva dalla necessità di dotarsi di maggiori spazi lavorativi vista la sua forza lavoro in decisa espansione - la compagnia è al momento in cerca di dipendenti praticamente in ogni Paese europeo, anche in Italia; espansione che ha fatto sì venissero già abbondantemente oltrepassati i confini delle attuali aree a disposizione dalla società.

In più, l’azienda è soggetta alle pressioni di autorità e associazioni locali, timorose che la crescita influisca negativamente su mercato immobiliare già tra i più costosi del Paese.

La previsione di Google è che saranno accolti fino a 25.000 dipendenti nei nuovi uffici, e questo ha inevitabilmente causato reazioni piuttosto forti da parte dei membri della comunità, preoccupati per il massiccio spostamento in arrivo. Alcuni hanno protestato durante la riunione annuale degli azionisti a luglio, dopo l’annuncio di un impegno immobiliare dal valore complessivo di 1 miliardo di dollari in tutta la Bay Area.

Dal primo annuncio non ufficiale dei piani per una seconda sede centrale, nel 2017, la compagnia ha acquistato oltre 400 milioni di dollari di immobili a San Jose e oltre 1 miliardo di dollari a Sunnyvale. A questo si aggiungono agli acquisti nella vicina Mountain View e a San Francisco.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories