Chi è George Soros, icona della finanza mondiale

George Soros è uno degli investitori più conosciuti e ricchi di tutto il mondo, conosciamo meglio la sua storia e la sua strategia di trading.

Chi è George Soros, icona della finanza mondiale

George Soros è nato nel 1930 a Budapest, in Ungheria, ed è divenuto famoso a livello internazionale quando, nel 1992, rischiò ben 10 miliardi di dollari in un singolo trade short sulla sterlina (nello stesso periodo attaccò anche la Lira italiana). Le previsioni che aveva fatto Soros si rivelarono corrette e in un solo giorno il guru degli investimenti riuscì a generare un profitto di circa 2 miliardi di dollari.
Da allora, Soros è conosciuto come «l’uomo che distrusse la Banca d’Inghilterra». E’ interessante notare come l’operazione che ha reso famoso (in realtà con una connotazione assai negativa) George Soros sia un trade sul mercato Forex.

Non solo, anche la crisi finanziaria Asiatica del 1997 si «attribuisce» a George Soros, all’epoca ampiamente posizionato contro la valuta del Baht thailandese. Infine, Soros è famoso per il suo attivismo politico e filantropico e per aver dato vita al Quantum Fund che con la sua guida ha generato fior fior di rendimenti.

Chi è George Soros, la biografia

All’età di 17 anni, George Soros lascia l’Ungheria alla volta dell’Inghilterra per conseguire, nel 1952, la laurea alla London School of Economics.

Il primo impiego di Soros è stato quello di impiegato semplice per una banca d’investimenti londinese fino al 1956, quando emigrò negli Stati Uniti per ricoprire le cariche di analista e manager per le aziende di New York: F.M. Mayer (1956-59), Wertheim & Co. (1959-63) e Arnhold & S. Bleichroeder (1963-73).

Nel 1973 Soros avvia la sua carriera indipendente fondando la compagnia hedge fund Soros Fund Management, successivamente conosciuta come Quantum Fund.

Soros ha aggressivamente guidato la compagnia per circa 20 anni segnando rendimenti annuali del 30% e, in due occasioni, addirittura del 100%.

Verso la fine degli anni ’80, Soros lascia la guida del Quatum Fund e, come la maggior parte dei miliardari, si dedica alla filantropia con donazioni di beneficenza e la creazione della fondazione Open Society.

Negli ultimi anni Soros si è poi dato all’attivismo politico, concentrandosi sul ruolo degli Stati Uniti nel mondo degli affari internazionali e occupandosi contemporaneamente di tematiche umanitarie come la libertà politica, l’educazione e i diritti umani.

Quando la Oxford University ha consegnato a Soros una laurea ad honorem gli è stato chiesto: come vorrebbe essere ricordato? Ed egli ha risposto:

Vorrei essere ricordato come uno speculatore finanziario, filantropico e filosofico.

Una citazione che forse meglio di molte altre può racchiudere in una frase l’intera vita di George Soros, specie se alla fine aggiungessimo «di grande successo».

Lo stile di trading di George Soros

Soros è stato un grande maestro in grado di trasformare i trend in enormi opportunità di profitto sul mercato borsistico e delle valute. Come investitore Soros è sempre stato uno speculatore a breve termine facendo importanti «scommesse» in linea con la direzione dei mercati.

I mercati, secondo la sua descrizione, sono sempre stati caotici: i prezzi sui mercati sono il risultato delle azioni di esseri umani (trader più o meno esperti) che comprano e vendono titoli, ma molto spesso gli esseri umani agiscono sull’impulso delle emozioni piuttosto che sulla logica delle deduzioni.

Soros ha sempre creduto che i partecipanti dei mercati possano influenzarsi l’uno con l’altro e che in generale tutti si muovano in «gregge». Tuttavia, benché egli stesso abbia sempre affermato di seguire il gregge, non ha mai smesso di guardare oltre per carpire la possibilità di guadagnare sempre di più.

Come faceva a sapere quando era il momento giusto per agire? Soros ha sempre detto di percepire una reazione fisica al momento migliore per vendere o comprare; una dote naturale che rende il suo modello assai difficile da emulare.

Quando, nel 2000, Soros si è ritirato completamente dalle attività lavorative aveva passato più di 20 anni sui mercati finanziari operando con miliardi di dollari, arricchendosi e facendo arricchire molte altre persone.

Certamente anche George Soros ha commesso degli errori nel corso degli anni, ma è la vastità del suo successo che lo ha reso uno degli investitori più famosi, e ricchi, di tutto il mondo.

Pubblicazioni e libri

  • L’alchimia della finanza (Ponte alle Grazie, 1995)
  • La Crisi del Capitalismo globale (Ponte alle Grazie, 1999)
  • Scienze e Società aperta: il futuro della filosofia di Karl Popper di Mark Amadeus Notturno, George Soros (Central European University Press, 2000)
  • Società aperta: rinnovare il Capitalismo globale (PublicAffairs, 2000)
  • George Soros sulla Globalizzazione (PublicAffairs, 2002)
  • La bolla della supremazia americana: correggere l’abuso di potere americano (PublicAffairs, 2003)
  • The crash of 2008 and what it means. The new paradigm for financial markets (PublicAffairs, 2008)

George Soros, frasi celebri e citazioni

Non è tanto avere torto o ragione, piuttosto quanti soldi fai quando hai ragione e quanti ne perdi quando hai torto.

Faccio grande affidamento sull’istinto animale.

Rispettando le regole, uno fa ciò che meglio può, noncurante delle conseguenze sociali. Invece quando si stabiliscono le regole, le persone dovrebbero preoccuparsi delle conseguenze sociali di queste, e non dei propri interessi.

George ci ha aperto la mente alla teoria macroeconomica, ci ha reso fautori della cooperazione globale facendoci comprendere l’importanza degli eventi geopolitici sull’economia degli Stati Uniti. - Byron Wien, Morgan Stanley

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.