Forex, EUR/USD: l’analisi tecnica punta ad un rimbalzo del cambio

I prezzi del cambio principale continuano a perdere terreno riportandosi al test di 1,1150. Un livello dinamico di lunghissimo periodo potrebbe mettere freno al recente calo e favorire l’implementazione di strategie di matrice rialzista. Ecco i livelli di prezzo sotto la lente dell’analisi tecnica

Forex, EUR/USD: l'analisi tecnica punta ad un rimbalzo del cambio

La struttura tecnica di breve periodo di EUR/USD evidenzia una sostanziale ripresa delle forze ribassiste. Al momento i corsi si apprestano ad archiviare la sesta candela con chiusura negativa dopo che l’euro-dollaro ha segnato un nuovo massimo decrescente il 13 maggio scorso.

Con i top precedente menzionato i corsi del principale cambio hanno testato la SMA 50 che ha funzionato come resistenza dinamica. Inoltre a rafforzare la view ribassista è stata la violazione della trendline ascendente di breve periodo, visibile collegando i minimi segnati il 26 aprile e il 3 maggio scorsi, ora transitante a 1,1180.


EUR/USD, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Osservando un grafico di lungo periodo si può notare che i corsi veleggiano ancora attorno a livello dinamico discendente di lunghissimo periodo che conta i massimi registrati ad agosto 2015 e maggio 2016. Tale livello, data la sua significatività tecnica e storica, potrebbe interrompere la recente gamba ribassista e favorire eventualmente un corposo rimbalzo delle quotazioni.


EUR/USD, grafico settimanale. Fonte: Bloomberg

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su EUR/USD


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Vista la struttura tecnica di EUR/USD si potrebbero privilegiare strategie di matrice rialzista, seppur di breve termine data la direzione contrarian rispetto la tendenza di lungo periodo.
In particolare un ritorno al di sopra di 1,1180 potrebbe dare il via ad operazioni long che avrebbero come primo obiettivo di profitto la SMA a 50 giorni, che ora transita a 1,1242.
Un target finale potrebbe invece essere identificato in prossimità della successiva resistenza statica a 1,1325, livello che conta i massimi registrati durante la seconda decade di aprile. Lo stop loss per questo tipo di operatività potrebbe essere collocato poco al di sotto del minimo segnato il 3 maggio, più precisamente a 1,1130.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.