La Ford Mustang è un’auto iconica: una muscle car con il fascino delle sportive americane dalle forme generose e dai possenti motori V8, divertente da guidare e facile da mettere di traverso grazie alla trazione posteriore e alla coppia monstre.

Se poi la Mustang in questione è quella guidata da Steve McQueen nel film Bullit siamo davanti ad un pezzo di storia, motoristica e cinematografica. Un’auto prodotta nel 1968 e utlizzata nelle riprese del film, girato nello stesso anno e diretto da Peter Yates. Un pezzo di storia del quale si erano perse le tracce nel 1974, e ritrovato nel 2018 grazie all’impegno di Ford.

La Casa americana si è attivata per ritrovare la Mustang perduta, con l’intenzione di utilizzarla per la promozione della serie speciale della’attuale Mustang, battezzata Bullit in onore del film. La ricerca ha dato i suoi frutti: l’auto è stata ritrovata nel Tennessee, di proprietà dei discendenti della persona che la acquistò nel 1974.

La Ford Mustang del film Bullit dal Tennesse all’asta

La Mustang guidata da Steve McQueen venne acquistata da Bob Kiernan attraverso un annuncio pubblicato sulla rivista Road & Track. L’uomo non ha mai pensato di venderla, e l’auto - di colore Highland Green - è rimasta per 45 anni nel suo garage di casa. Anche dopo la sua morte, finità in eredità al figlio Sean.

Lo scorso anno la famiglia Kiernan è stata contattata da Ford Motor Company, che ha ottenuto di poter utilizzare la storica Mustang in un tour promozionale della nuova Ford Mustang Bullit, serie limitata e celebrativa equipaggiata con un motore V8 da 5,0 litri di cilindrata capace di 475 cavalli e 570 Nm di coppia.

La vecchia Mustang di Steve McQueen è stata esposta nelle sue condizioni attuali sia al Salone dell’Auto di Ginevra 2018 che a quello di Detroit. La rinnovata notorietà della protagonista della pellicola di Yates ha spinto Sean Kiernan a valutare l’ipotesi di vendere l’auto all’asta, su suggerimento della casa d’aste Mecum Auctions.

Decisione non facile per la famiglia, che potrebbe incassare 3,5 milioni di dollari

Abbiamo affontato streess e notti insonni” ha spiegato Sean Kiernan alla rivista Hagerty. “L’auto è l’eredità di mio padre. Sarà difficile guardare nel garage e vedere unolo spazio vuoto, ma allo stesso tempo questo è un modo per mio padre di prendersi cura della sua famiglia. Ci siamo presi cura dell’auto, ora tocca a qualcun altro. Sembra proprio il momento di farlo”.

Mecum Auctions ha comunicato di aspettarsi che il prezzo possa superare i 3,5 milioni di dollari pagati cinque anni fa per una deccapottabile Plymouth Hemi Cuda del 1971, record tuttora imbattuto per una muscle car americana. Il prezzo più alto pagato all’asta per una Ford Mustang è di 2,2 milioni di dollari, stabilito per una Shelby GT500 Super Snake del 1967 durante l’asta Kissimmee di Mecum del 2019.