Festival di Sanremo: cosa succede se la Liguria diventa zona rossa

Luna Luciano

15 Gennaio 2022 - 15:20

condividi

Il Festival di Sanremo è pronto a tornare, ma cosa accadrà se la Liguria diventa zona rossa? E se qualche concorrente è positivo al Covid? Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Festival di Sanremo: cosa succede se la Liguria diventa zona rossa

Conto alla rovescia per il ritorno di uno dei festival più attesi dell’anno. Mancano solo due settimane al Festival di Sanremo 2022, che andrà in onda dall’1 al 5 febbraio.

Anche quest’anno però l’organizzazione dell’evento dovrà fare i conti con una pandemia che ha ripreso a correre a causa della nuova variante Omicron. I contagi in Italia aumentano sempre di più, secondo il bollettino di ieri, 14 gennaio, sono ben 186.253 i nuovi casi rilavati. Contagi record a causa della nuova variante che non solo rischia di mettere in crisi il sistema Sanitario, ma anche il Festival.

Infatti gli esperti hanno lanciato l’allarme sulla possibilità che entro fine mese diverse Regioni possano passare in zona arancione o, nelle peggiori delle ipotesi, in zona rossa: tra queste c’è anche la Liguria, dove si svolgerà il Festival. È quindi inevitabile domandarsi cosa potrebbe succedere se la Regione si tinge di rosso o se uno dei concorrenti risulta positivo al Covid. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Sanremo 2022: cosa accade se la Liguria è zona rossa

Riproporre il protocollo di sicurezza dell’anno scorso. È questa l’idea degli organizzatori stando a quanto riporta Sanremo news. Il Festival di Sanremo 2021 si svolse in piena pandemia e la Liguria si trovava in zona rossa. La Rai avrebbe quindi deciso di replicare anche quest’anno il protocollo adottato l’anno scorso a prescindere dalla zona di rischio in cui sarà collocata la Regione in quella settimana, continuano però a lavorare e confrontarsi con il Comitato tecnico-scientifico (CTS).

Il protocollo prevede quindi tamponi obbligatori ogni 48 ore per tutti i partecipanti, artisti, staff tecnico e giornalisti. Sarà inoltre richiesta l’esibizione del green pass, obbligatorio per gli Over 50 avere il green pass rafforzato, stando all’obbligo vaccinale previsto dall’approvazione dell’ultimo decreto. Solo una volta ricevuto l’esito negativo del tampone gli artisti, così come lo staff e i giornalisti potranno otterranno l’accredito per accedere agli spazi del Festival.

Chi dovesse avere ottenere un esito positivo al test rapido sarà successivamente sottoposto al tampone molecolare per avere la certezza del contagio da Covid. Al momento sono infatti in fase di allestimento le tende per i tamponi in alcune zone chiave della città di Sanremo. Al momento non si sa se anche il pubblico, confermato in Teatro, dovrà sottoporsi a un tampone o se basterà il certificato verde rafforzato e la mascherina Ffp2 indossata. Infatti se l’obbligo vaccinale non è stato esteso a tutte le fasce dei lavoratori, il green pass rafforzato, che si ottiene per guarigione o vaccinazione, è obbligatorio per chi voglia accedere ai teatri e ad altri luoghi della socialità.

Sanremo 2022: cosa accade se uno degli artisti o conduttori è positivo?

Anche in questo caso il modello da seguire è uno solo ed è quello dell’anno scorso. A Sanremo 2021 infatti uno dei collaboratori di Irama era risutlato positivo al Covid, il cantante aveva dovuto rinunciare al palco per stare in quarantena ed evitare ulteriori contagi. Come in quel caso se ci dovessero essere dei casi di positività al Covid tra i 25 artisti in gara si procederà con la messa in onda dell’esibizione registrata durante le prove generali.

Se invece a contagiarsi dovesse essere uno dei conduttori o il direttore artistico Amadeus, allora forse si potrebbe assisterebbe a un caso unico nella storia del Festival: una conduzione in collegamento da remoto, ma non è sicuro.

Sanremo 2022: sì al pubblico ecco dove acquistare i biglietti

È stata confermata la presenza del pubblico. Il teatro dell’Ariston tornerà a riempirsi addirittura con capienza al 100% come previsto per ora dalla legge nazionale. Al momento l’organizzazione del Festival e la Rai stanno valutando come procedere: sicuramente ci sarà l’obbligo d’indossare sempre le mascherine Ffp2. Intanto da ieri, venerdì 14 gennaio, sono state aperte le prenotazioni dei biglietti per il pubblico: dalle 9 alle 14 si può fare la prenotazione degli abbonamenti di platea e galleria del Teatro Ariston per le 5 serate del Festival della Canzone Italiana. La prenotazione degli abbonamenti per le 5 serate sarà possibile esclusivamente attraverso la scheda compilabile on-line al sito sanremo2022.aristonsanremo.com.

Iscriviti a Money.it