FAQ zona bianca e gialla: cosa si può fare e cosa no

Fiammetta Rubini

31 Maggio 2021 - 12:22

condividi

Nuove FAQ Governo su zona bianca e gialla: tutte le regole previste su spostamenti, ristoranti, feste, seconde case, visite ad amici e parenti e aperture.

FAQ zona bianca e gialla: cosa si può fare e cosa no

Aggiornate le FAQ del Governo sulle disposizioni in vigore con l’ingresso di 3 regioni in zona bianca da lunedì 31 maggio.

Dagli spostamenti ai ristoranti, dal coprifuoco alle visite a casa, dai matrimoni al green pass, ecco un utile riepilogo delle regole in vigore in zona bianca e in zona gialla: cosa si può fare e cosa è vietato.

Si precisa che quelle di seguito sono le misure introdotte da disposizioni ministeriali. Le Regioni e le Province autonome possono emanare ordinanze per disporre specifiche ulteriori disposizioni restrittive di carattere locale.

FAQ zona gialla e bianca dal 31 maggio

Grazie a un’incidenza di contagi sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti per 3 settimane, tre regioni (Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise) sono passate in fascia bianca da lunedì 31 maggio. Tutte le altre regioni italiane sono rimaste gialle, ma nelle prossime settimane si attendono nuovi ingressi in fascia bianca. Se la curva epidemiologica continuerà a scendere e a meno di sorprese, entro fine giugno tutta Italia dovrebbe diventare bianca.

Ecco le principali domane e risposte per capire le regole in zona bianca e gialla.

Posso consumare in bar e ristoranti al chiuso?


In zona bianca bar, ristoranti e altre attività di ristorazione sono aperti ed è consentito consumare cibi e bevande al loro interno, anche al bancone del bar, senza limiti orari. Anche vendita di asporto e consegna a domicilio sono consentite senza restrizioni, seppur nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. Nessun limite sul numero di persone che possono stare al tavolo insieme.

In zona gialla le sale interne di locali e ristoranti riaprono dal 1° giugno, prima si può consumare solo al tavolo all’aperto, nel numero massimo di 4 persone allo stesso tavolo.

Quali spostamenti sono consentiti?

In zona bianca ci si può spostare liberamente senza limiti di orario verso altre zone bianche, mentre gli spostamenti verso le zone gialle in orario di coprifuoco sono consentiti solo per motivi comprovati di lavoro, salute o necessità. In questo caso serve l’autocertificazione.

Nel caso in cui ci fossero zone arancioni o rosse, gli spostamenti senza comprovati motivi dalla zona bianca sarebbero consentiti solo se si è in possesso di certificazione verde Covid-19.

Posso andare nella seconda casa?

Sì, è sempre possibile fare rientro presso la propria seconda casa se si trova in zona bianca o gialla. Inoltre dalle zone bianca e gialla si può fare rientro alla propria seconda casa situata in zona arancione o rossa, se si può dimostrare di avere effettivamente avuto titolo per recarsi nello stesso immobile prima del 14 gennaio 2021 (data di entrata in vigore del decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2). Se il titolo è stato acquistato successivamente, sarà possibile raggiungerla, nelle zone arancione o rossa, se si è in possesso di una certificazione verde. In ogni caso, l’immobile di destinazione deve essere disabitato e vi si possono spostare solo persone appartenenti allo stesso nucleo familiare convivente.


Posso andare a trovare parenti e amici?

Chi vive in zona bianca può andare a casa di amici e parenti senza limiti di orario o di numero di persone che si spostano. In zona gialla invece resta il limite massimo di 4 persone che si possono invitare a casa, più eventuali figli minorenni o conviventi con disabilità o non autosufficienti.

Tutti gli spostamenti in e verso la zona gialla devono avvenire entro le 23 (la FAQ in questione non è aggiornata, si legge ancora che “Le visite ad amici o parenti nell’arco della stessa giornata in altre zone devono comunque concludersi facendo rientro ai propri residenza, domicilio o abitazione entro le ore 22.00”).

Il coprifuoco in zona gialla passerà dalle 23 alle 24 dal 7 giugno, e sarà abolito dal 21 giugno.

Quante persone in auto in zona bianca e gialla?

È consentito usare l’automobile con persone non conviventi, ma la regola resta la stessa in zona bianca e gialla: ammessa la presenza del solo guidatore davanti e di due persone al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina.

L’obbligo di indossare la mascherina può essere derogato nella sola ipotesi in cui la vettura risulti dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina, essendo in tale caso ammessa la presenza del solo guidatore nella fila anteriore e di un solo passeggero per la fila posteriore.

Posso andare in discoteca?



Sì in zona bianca, per cenare, bere o ascoltare musica, ma è vietato ballare. Restano chiuse le discoteche in zona gialla.

Posso organizzare feste e ricevimenti?

Sì, in zona bianca. Via libera, dunque, a feste che si tengono dopo matrimoni, cresime, battesimi, comunioni ma anche compleanno e laurea. Per partecipare alle feste è obbligatorio avere il green pass, ossia essere stati vaccinati, essere risultati negativi al tampone fatto 48 ore prima o essere guariti.

In base alle disposizioni del decreto-legge 18 maggio il certificato verde spetta si può ottenere anche dopo una sola dose di vaccino Pfizer, Moderna o AstraZeneca, ma è valido a 15 giorni di distanza dalla somministrazione.

I centri commerciali sono aperti nel weekend?





Si, nel weekend e nei giorni festivi e prefestivi i negozi all’interno dei centri commerciali e dei mercati sono aperti anche in zona gialla.

Posso andare allo stadio?

Sì, ma solo dal 1° giugno in zona gialla. A partire da questa data il pubblico potrà assistere agli eventi e alle competizioni agonistiche riconosciute di interesse nazionale da CONI e CIP sia all’aperto (massimo 1.000 spettatori) che al chiuso (massimo 500 spettatori). I posti a sedere dovranno essere preassegnati e la capienza non potrà essere superiore al 25% di quella massima autorizzata.

Quando riprendono fiere, congressi e convegni? 


Le fiere riaprono dal 15 giugno in zona gialla. Le linee guida di settore potranno prevedere che l’accesso sia riservato solo a chi è in possesso di certificazione verde Covid-19. Convegni e congressi riaprono il 1° luglio. In zona bianca queste attività possono riaprire.

Iscriviti a Money.it