Europa: Iran non può imporre ultimatum. Anche Bruxelles pronta a sanzioni?

Dopo l’ultimatum arrivato da Teheran, Francia, Germania e Regno Unito hanno emesso un comunicato congiunto per invitare l’Iran a non provocare un escalation della tensione. In caso contrario, anche il Vecchio continente potrebbe imporre sanzioni.

Europa: Iran non può imporre ultimatum. Anche Bruxelles pronta a sanzioni?

La risposta europea non si è fatta attendere. “Rifiutiamo qualsiasi ultimatum e valuteremo il rispetto dell’accordo sulla base del rispetto degli impegni contenuti negli accordi relativi il JCPOA e il NPT” (rispettivamente Joint Comprehensive Plan of Action e Treaty on the Nonproliferation of Weapons, ndr).

Questo il contenuto del messaggio congiunto arrivato da Francia, Germania e Regno Unito in risposta alle minacce arrivate ieri da Teheran.

Iran minaccia di riprendere il piano nucleare

A un anno dall’abbandono da parte degli Stati Uniti, ieri l’Iran ha fatto sapere che smetterà di implementare le misure previste dall’accordo di Vienna del 2015 (Iran riprende piano nucleare. Stati Uniti: minaccia credibile).

La strategia, annunciata nel corso di un discorso alla nazione dal presidente iraniano Rouhani, prevede la sospensione di alcuni impegni presi nell’ambito dell’intesa “5+1” (Usa, Cina, Russia, Francia, Gran Bretagna e Germania) e la minaccia di riprendere l’arricchimento dell’uranio nei prossimi 60 giorni.

Rouhani ha detto di voler “salvare l’accordo, non distruggerlo” e in quest’ambito, i due mesi di tempo sono finalizzati a spronare i restanti Paesi firmatari dell’accordo a “rendere operativi i loro impegni, in particolare riguardo ai settori petrolifero e bancario”.

Europa: Iran non deve alimentare tensione

La sostanza della missiva europea è chiara: i rappresentanti del Vecchio continente hanno rimarcato che saranno gli ispettori a dire se l’Iran sta rispettando gli impegni presi.

“Siamo pienamente impegnati nella conservazione e nella piena attuazione del JCPOA, che rappresenta una tappa fondamentale nel processo globale di non proliferazione nucleare”, riporta la nota congiunta.

“Esortiamo con forza l’Iran a continuare ad implementare gli impegni assunti nell’ambito dei JCPOA e ad astenersi da qualsiasi misura che alimenti la tensione”.

E ancora: “ci attendiamo che l’Iran continui ad aderire ai format stabiliti dal JCPOA e ai suoi meccanismi, compresa la commissione congiunta”.

Iran: anche l’Europa pronta a sanzioni?

Secondo quanto riportato dalla testata francese le Figaro, i Paesi europei potrebbero imporre nuove sanzioni a Teheran in caso di ritiro dall’accordo.

«Non vogliamo che Teheran annunci azioni in violazione dell’accordo sul nucleare», ha detto una fonte dell’Eliseo.

In caso contrario, “saremmo obbligati, in attuazione delle clausole dell’accordo, a mettere in campo sanzioni europee: non è quello che desideriamo, speriamo che gli iraniani non facciano questa scelta”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Iran

Argomenti:

Iran Italia Nucleare

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.