Erasmus ed Erasmus Plus, quali sono le differenze?

Stefania Manservigi

16 Marzo 2016 - 16:51

condividi

Dal 1° gennaio 2014 il programma Erasmus ha subito dei cambiamenti ed è diventato Erasmus Plus. Quali sono le differenze?

Erasmus ed Erasmus Plus, quali sono le differenze?

Dal 1° gennaio 2014 il programma Erasmus è cambiato ed è diventato Erasmus Plus.
Ma quali sono le differenze tra i due programmi? Quali sono le novità? Vediamole di seguito.

Erasmus Plus, cos’è?
Innanzitutto vediamo che cos’è il programma Erasmus Plus.
Con Erasmus Plus, infatti, si intende il nuovo programma di mobilità predisposto dall’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport per il periodo 2014-2020. Il programma Erasmus Plus raggruppa tutti i precedenti programmi di mobilità dell’Unione Europea, che vengono quindi tutti racchiusi al suo interno.
Lo scopo di tale programma è quello di rafforzare la mobilità nel settore dell’apprendimento in Europa promuovendo all’interno dei confini della stessa l’occupazione giovanile,
A tal fine vengono messe a disposizione borse europee di cui potranno beneficiare più di 4 milioni di giovani per studiare, formarsi, fare esperienze di volontariato o prendere parte ad attività sportive in qualche altro paese europeo.

Erasmus e Erasmus Plus: quali sono le differenze?
Dopo aver visto brevemente cosa si intende con il termine Erasmus Plus, vediamo quali sono le differenze con il programma Erasmus.
Innanzitutto, come abbiamo accennato più sopra, il programma Erasmus Plus racchiude al suo interno tutti i programmi di mobilità dell’Unione Europea che sono 7 tra i quali spiccano il Progetto Leonardo da Vinci, Comenius ed Erasmus Mundus.
Oltre a questo, l’Erasmus Plus prevede una serie di novità rispetto all’Erasmus: innanzitutto non si rivolge solo agli studenti universitari ma a tutti gli studenti in generale di età compresa tra i 13 e i 30 anni.
Inoltre tale programma prevede un bilancio di 14.7 miliardi di euro ossia un bilancio del 40% maggiore rispetto al precedente.
Il programma Erasmus Plus coinvolge quindi tutti i livelli d’istruzione da quella scolastica a quella superiore, fino alla formazione professionale e all’apprendimento degli adulti.
Oltre all’istruzione, per la prima volta tale programma coinvolge anche lo sport.
Un’altra novità introdotta con il programma Erasmus Plus è quella che riguarda i requisiti di accesso allo stesso, e in particolar modo la conoscenza linguistica. Il livello di conoscenza linguistica minimo è infatti B2 e, in alcuni casi per le destinazioni di area inglese, il C1.
Sulla base del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue il livello B2 è considerato una competenza linguistica avanzata che consente di “capire le idee principali dei testi complessi su argomenti di natura sia astratta sia concreta” e “di relazionarsi con facilità con persone madrelingua”.
Per maggiori informazioni sui requisiti necessari per accedere al programma Erasmus Plus è possibile rivolgersi agli Uffici Erasmus dislocati nelle varie università.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it