Equitalia è un alleato

icon calendar icon person
Equitalia è un alleato

Il rapporto con l’ente di riscossione secondo l’escapologo è un rapporto tra vittima/contribuente e tiranno/Stato. Le cose non stanno esattamente così: ce lo spiega il Dottor Giulio Bartoli, Dottore Commercialista a Pistoia.

SEGRETO

L’escapologo fin dalle prime righe di questo “segreto” mette in guarda il contribuente: questo segreto non è per deboli di cuore, per applicarlo ci vuole coraggio e occorre sapere gestire la “pressione del debito” e “lo stress indotto dal ricevere le cartelle di Equitalia”.
Il segreto è che gli imprenditori “disinibiti”, a differenza di quelli comuni, hanno un modo per NON PAGARE i debiti con Equitalia e NON FARSI AGGREDIRE il patrimonio. Ma come fanno??
SEMPLICISSIMO: gli imprenditori “disinibiti” hanno consulenti specializzati in CONTENZIOSO TRIBUTARIO (i cosiddetti difensori tributari), che conoscono tutti i “cavilli delle leggi” che Equitalia non rispetta e quindi riescono a far cancellare ogni debito all’imprenditore nel 97% dei casi !!!! Detto questo, si chiede l’escapologo, perché continuare a pagare le imposte???

COMMENTO

Equitalia non è un alleato, non c’è nessuna guerra in atto. Lo Stato Italiano non è un tiranno (come afferma l’escapologo) ha solo previsto che in caso di mancato pagamento di imposte e tasse sono dovute sanzioni e interessi sul quantum non versato, e quell’imposta non versata deve essere riscossa coercitivamente da qualcuno.

Quel qualcuno è Equitalia, l’ente incaricato dall’Agenzia delle Entrate e dall’ Inps a riscuotere tributi di varia natura (erariali, locali) e contributi previdenziali.
Se ad un imprenditore viene notificato un atto della riscossione (una cartella di pagamento, una intimazione, un preavviso di fermo) significa che non ha fatto fronte tempestivamente al pagamento di un tributo e che con buone probabilità è già stato raggiunto da un atto prodromico (un avviso bonario, un avviso di accertamento,....) ed è ben informato del proprio debito. Dov’è l’illegittimità di questo comportamento?
NON PAGARE non è un obiettivo che deve darsi l’imprenditore disinibito e coraggioso, può essere tutt’al più uno stato di necessità in tempi di crisi (pagare prima i fornitori per non interrompere il processo produttivo, pagare i dipendenti per la manovalanza, pagare le utenze, …).

PAGARE un debito verso l’erario o verso l’ente di previdenza non è uno smacco, è la normalità.

Veniamo adesso al contenzioso tributario: l’escapologo consiglia di rivolgersi ai difensori tributari per far azzerare il debito attraverso una sentenza.

Il nostro amico escapologo però si dimentica una pluralità di contro-indicazioni (che dovrebbero mettere molta più paura all’imprenditore disinibito):

1) anche se si presenta ricorso avverso un atto di Equitalia (una cartella, una intimazione, un’iscrizione ipotecaria, un fermo), questo non sospende la riscossione;
2) nemmeno una sentenza positiva annulla il debito (a meno che non sia passata in giudicato), ci sono 3 gradi di giudizio da affrontare (e quasi sicuramente lo Stato li affronterà tutti e tre);
3) anche se si presenta ricorso occorre comunque pagare 1/3 del tributo, altrimenti questo verrà subito iscritto a ruolo;
4) vincere in Commissione Tributaria (per i tributi) o in Tribunale lavoro (per contributi) non è affatto scontato, nel 2015 il contribuente è risultato soccombente al 69,40% (fonte FiscoOggi), soprattutto se si impugnano atti “al buio” come sembrerebbe suggerire l’escapologo;
5) in caso di soccombenza, il contribuente verrà condannato alla rifusione delle spese di lite della controparte pubblica, quindi sconsiglio vivamente proporre ricorsi “temerari” e/o “palesemente infondati”.

Concludendo, il contenzioso tributario non è la panacea di tutti i mali e va usato con moderazione, per evitare spiacevoli sorprese.

In ultima istanza, anche un bambino si rende conto che se il consiglio dell’escapologo è quello di non pagare le imposte puntualmente, tanto poi si fa ricorso e ci annullano tutto i “professionisti specializzati” c’è veramente da aver paura.

Chiudi [X]