Elezioni Roma: Gualtieri candidato, così il PD punta a vincere al ballottaggio?

Alessandro Cipolla

15 Febbraio 2021 - 16:25

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Roberto Gualtieri potrebbe essere il candidato del PD alle elezioni a Roma, con i dem che così punterebbero a un patto con i 5 Stelle al ballottaggio grazie ai buoni rapporti tra l’ex ministro e Giuseppe Conte.

Elezioni Roma: Gualtieri candidato, così il PD punta a vincere al ballottaggio?

Potrebbe essere quello di Roberto Gualtieri il nome capace di risolvere la spinosa questione per il PD del candidato sindaco alle elezioni a Roma, evitando così di dover appoggiare obtorto collo Carlo Calenda.

Rimasto fuori dalla squadra del nuovo governo Draghi, l’ex ministro dell’Economia potrebbe così essere la carta da giocare per il Partito Democratico magari senza passare per delle primarie chieste invece dal mondo civico.

Alle sempre più vicine elezioni a Roma ci potrebbe così essere questa situazione: Virginia Raggi candidata del Movimento 5 Stelle, Andrea Abodi del centrodestra, Roberto Gualtieri del centrosinistra e Carlo Calenda per i moderati.

In questo scenario, l’obiettivo del PD potrebbe essere quello di riuscire a finire al primo turno davanti alla sindaca Raggi, andando così a sfidare il centrodestra con un candidato come Gualtieri che, visti i suoi buoni rapporti con Conte, potrebbe al ballottaggio trovare l’appoggio decisivo dei 5 Stelle.

Elezioni Roma: Gualtieri per il PD?

In un momento in cui non sembrerebbe esserci la fila nel Partito Democratico per candidarsi a sindaco di Roma, con le elezioni amministrative che si avvicinano (Covid permettendo si voterà tra maggio e giugno) i dem devono cercare di accelerare.

Roberto Gualtieri di certo non sarà un politico che buca lo schermo, ma può rappresentare per il PD la soluzione per sbrogliare questa intricata matassa. Per prima cosa una scesa in campo dell’ex ministro eviterebbe di dover appoggiare Carlo Calenda, che ha già fatto sapere che non intende ritirarsi anche con un big in campo.

Poi può rappresentare un nome spendibile per un accordo dopo il primo turno con il Movimento 5 Stelle, magari benedetto da quel Giuseppe Conte che al momento è la figura più amata da parte del disorientato popolo pentastellato.

Nonostante la concorrenza di Calenda, Gualtieri al momento sembrerebbe poter ambire a finire davanti alla sindaca Raggi, soprattutto considerando che i ribelli 5 Stelle (Di Battista?) potrebbero salire sul treno di Italexit di Paragone prendendo così parte a queste elezioni a Roma.

Il rischio maggiore per il PD potrebbe però essere un altro: anche incassando l’appoggio del Movimento 5 Stelle, al ballottaggio Roberto Gualtieri non sarebbe di certo il grande favorito rispetto ad Andrea Abodi, che potrebbe sfruttare la sua maggiore “freschezza” politica in quanto proveniente dal mondo civico.

Al momento queste elezioni amministrative a Roma continuano ad apparire come una autentica sciarada: nonostante che il tempo stia iniziando a stringere, complice pure gli sviluppi a livello nazionale ancora tutto appare essere in alto mare.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories