Si può fumare alla guida? Presto il divieto nel nuovo Codice della strada

Isabella Policarpio

30 Gennaio 2020 - 10:09

30 Gennaio 2020 - 10:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Al momento nessuna norma vieta di guidare durante la guida, a meno che non ci siano minori a bordo. Tuttavia il nuovo Codice strada vuole introdurre il divieto. Facciamo chiarezza.

Si può fumare alla guida? Presto il divieto nel nuovo Codice della strada

Si può fumare alla guida? Se lo chiedono molti fumatori. Sulla questione, infatti, c’è sempre stata molta incertezza ma presto ogni dubbio potrebbe essere risolto.

Al momento il Parlamento sta valutando il nuovo Codice della strada 2020 e tra le diverse novità al vaglio c’è anche quella di introdurre il divieto di fumo per il guidatore, con relativa sanzione.

In attesa della sua approvazione, precisiamo che per il momento non esiste il divieto di fumare alla guida a meno che in auto non siano presenti minori e donne in gravidanza. Facciamo il punto della situazione.

Fumare alla guida: nuovo divieto in arrivo

Il nuovo anno porterà con sé molte novità nel Codice della strada. Il Parlamento sta valutando un nuovo testo che prevede multe più severe rispetto al passato (l’inasprimento è evidente nel caso di telefono alla guida) e nuovi divieti: tra questi quello di fumare in macchina.

Il divieto di fumo per il guidatore è una proposta che va avanti da diverso tempo; infatti chi guida fumando - oltre ai danni alla salute per sé e per i passeggeri - ha una mano impegnata e quindi sarà meno attento alla guida e meno pronto ad intervenire in caso di incidenti o brusche frenate.

Per questo il nuovo Codice della strada vuole introdurre il divieto di fumo per tutti i guidatori, a prescindere dalla presenza di passeggeri nell’auto. Il testo dovrebbe essere votato entro la fine di febbraio, e solo allora sapremo se il divieto di fumo alla guida sarà confermato o respinto.

Fumare alla guida, quali sanzioni al momento?

Come abbiamo anticipato, per il momento non c’è un vero e proprio divieto di fumare per il guidatore, ma questo dipende dai passeggeri presenti nell’automobile.

La norma di riferimento è il decreto legislativo 6/2012: qui si prevede il divieto di fumare in auto, sia durante alla guida che durante la sosta, se sono presenti minori di 18 anni e donne in gravidanza. Chiunque non rispetti le disposizioni previste dal D.lgs n. 6/2012 andrà incontro a sanzioni pecuniarie.

Divieto di fumo in auto: le sanzioni

Come abbiamo appena accennato i conducenti che vengono scoperti a fumare in auto in presenza di minorenni o di donne in gravidanza saranno costretti a pagare una multa. In particolare l’automobilista che viene sorpreso a fumare in presenza di un minore di 18 anni andrà incontro ad una sanzione che va da un minimo di 27,50 euro fino ad un massimo di 275 euro.

Le sanzioni aumentano nel caso in cui il conducente che fuma in auto trasporti un minore di 12 anni o una donna in evidente stato di gravidanza. In questo caso infatti l’automobilista sarà costretto a pagare una multa di 500 euro.

Non saranno concessi sconti per chi paga entro 5 giorni, come avviene per la maggior parte delle sanzioni, poiché queste disposizioni sono previste dalle regole generali per la tutela dei non fumatori e non dal Codice della Strada. Inoltre bisogna specificare che se si vuole contestare la multa il ricorso potrà essere presentato solamente al Prefetto entro 30 giorni dalla notifica della sanzione.

Argomenti

# Multe
# Legge

Iscriviti alla newsletter

Money Stories