Deutsche Bank: Cryan verso l’addio, Mustier nella lista dei possibili sostituti

Per il quotidiano britannico Times l’attuale Ad di UniCredit potrebbe essere fra i profili più idonei per sostituire l’uscente Cryan al timone di Deutsche Bank. Il mercato teme quest’opzione

Deutsche Bank: Cryan verso l'addio, Mustier nella lista dei possibili sostituti

John Cryan, attuale amministratore delegato di Deutsche Bank, è in procinto di lasciare l’incarico e la lista dei possibili sostituti al vaglio degli azionisti dell’istituto comprenderebbe anche il Ceo di UniCredit, Jean Pierre Mustier.

È la notizia bomba lanciata questa mattina dal quotidiano britannico Times, secondo cui i vertici della banca tedesca avrebbero già contattato alcuni possibili sostituti di Cryan. Tra i nomi citati dal Times, oltre a quello di Bill Winter, Ceo di Standard Chartered, il giornale ha fatto come primo nome quello di Richard Gnodde, senior executive di Goldman Sachs, che però avrebbe rifiutato.

Nella lista dei nomi vi sarebbe anche quello del “nostrano” Mustier, al timone di UniCredit dal 2016. Il manager francese è stata una figura cruciale per l’istituto di Piazza Gae Aulenti in quanto ha saputo traghettare la banca al di fuori delle acque insidiose nelle quali navigava a fine 2016 passando per un aumento di capitale monstre da 13 miliardi (era il febbraio del 2017) e la maxi operazione di smaltimento Npl portata a termine sempre lo scorso anno (progetto FINO).

I motivi della rottura fra Cryan e Deutsche Bank

Fra i motivi del divorzio fra John Cryan e Deutsche Bank, il Times cita una possibile rottura dei rapporti fra il manager inglese e Paul Achleitner, presidente dell’istituto.

In effetti l’esempio di ciò che ha saputo fare Mustier in UniCredit è diametralmente opposto a quanto fatto da Cryan per Deutsche Bank nello stesso periodo.

Basti pensare che Deutsche Bank ha chiuso il bilancio 2017 in rosso per il terzo anno di fila, con un risultato netto negativo per 512 milioni di euro. Secondo quanto scritto dal management nella nota di accompagnamento al bilancio le cause sarebbero da rinvenire negli effetti negativi causati dalla riforma fiscale Usa, senza i quali “il 2017 si sarebbe chiuso in utile per 900 milioni”.

Tuttavia ricordiamo che il problema di Deutsche Bank risiede alla radice, ovvero nella prima voce di conto economico: i ricavi. Solamente negli ultimi tre mesi dello scorso anno le entrate sono calate del 19%, sia per colpa della frenata nell’attività di investment banking (-16%) che per il crollo dei ricavi da trading (-27 per cento).

Se Mustier dovesse lasciare Unicredit…

Mustier era finito nel mirino di rumors di questo genere già lo scorso gennaio. Così come ora, anche in quell’occasione entrambi gli istituti coinvolti avevano inizialmente evitato di commentare la notizia, salvo poi smentire successivamente con il Ceo francese che ha ribadito il suo impegno “a lungo termine” nell’istituto tricolore.

Sembra essere ormai chiara la volontà di Deutsche Bank di fare propria la ricetta che Mustier ha utilizzato con successo in Italia per far risorgere Unicredit. L’operazione, inoltre, potrebbe far tornare in voga le voci su possibili aggregazioni transfontaliere fra i big del credito del Vecchio Continente.

Questa mattina, dopo la diffusione della notizia, le azioni Deutsche Bank hanno aperto in rialzo ed ora mostrano un progresso dell’1,5% a 11,36 euro. Secondo un esperto contattato dalla nostra redazione i titoli Deutsche Bank “in un primo momento potrebbero reagire positivamente alla notizia ufficiale dell’addio di Cryan, tuttavia i mercati sanno che il nuovo Ceo dovrà confrontarsi con una realtà molto complicata da gestire e non sarà facile”.

Per quanto riguarda Unicredit, invece, i mercati potrebbero non prendere molto bene la notizia di un eventuale addio di Mustier. Se Mustier lasciasse effettivamente il gruppo italiano, “il mercato reagirebbe negativamente, perché è lui il punto di riferimento della ristrutturazione in atto nella banca”, ha scritto questa mattina Banca IMI in un report.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Deutsche Bank

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

6 ore fa

Deutsche Bank: è crollato l’utile netto. Tonfo del titolo

Deutsche Bank: è crollato l'utile netto. Tonfo del titolo

Commenta

Condividi

Marco Ciotola -

BCE chiede a Deutsche Bank di stimare i costi dello stop delle attività di trading

BCE chiede a Deutsche Bank di stimare i costi dello stop delle attività di trading

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

2 settimane fa

Quanto costerà a Deutsche Bank l’addio a John Cryan?

Quanto costerà a Deutsche Bank l'addio a John Cryan?

Commenta

Condividi