Detrazione spese sanitarie: per quali non vi è obbligo di pagamento tracciabile?

Lorenzo Rubini

19 Marzo 2021 - 11:02

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Sta creando molta confusione l’obbligo di pagamento con mezzi tracciabili per il diritto alla detrazione di determinate spese: facciamo chiarezza sulle spese sanitarie.

Detrazione spese sanitarie: per quali non vi è obbligo di pagamento tracciabile?

Con la Legge di Bilancio 2020 è stato introdotto l’obbligo di pagamento tracciabile per poter fruire di quasi tutte le detrazioni al 19% sulle spese sostenute. Da questo obbligo sono escluse solo poche spese sanitarie, vediamo i dettagli.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Mi è stato detto che posso fruire delle detrazioni per le spese sanitarie solo se queste sono pagate con bancomat o carta di credito. Non lo trovo giusto, io sono anziana e non mi fido di utilizzare il bancomat, e poi non sempre ricordo il PIN. Ora, avendo pagato sempre i medicinali ed i dispositivi medici in contanti nel 2020, non avrò diritto al rimborso nel 730?”.

Obbligo pagamento tracciabile detrazione spese sanitarie

La regola in questione, ovvero che è possibile portare in detrazione soltanto le spese effettuate pagando con mezzi di pagamenti tracciabili ha valenza generale e si riferisce, quindi a tutte le spese che è possibile portare in detrazione. Ma ci sono delle eccezioni che riguardano proprio le spese sanitarie.

E’ possibile pagare in contanti ed avere diritto alla detrazione al 19% i medicinali e i dispositivi medici acquistati sia in farmacia che presso un negozi di articoli sanitari, ma anche le visite specialistiche e analisi di laboratorio effettuate in strutture pubbliche (o private ma accreditate al Servizio Sanitario Nazionale).

Di fatto, quindi, se si acquistano i medicinali in farmacia è possibile pagare in contanti ed avere lo stesso diritto alla detrazione, così come se si acquistano dispositivi medici (cerotti, siringhe, ma anche occhiali da vista, lenti a contatto, scarpe ortopediche, materassi ortopedici, ecc...) presso negozi specializzati nella vendita di articoli sanitari.

Non deve, quindi preoccuparsi delle spese effettuate nel 202 in farmacia pagando in contanti, anche per quelle avrà diritto alla detrazione. L’obbligo di pagamento con mezzi tracciabili, per quel che riguarda le spese mediche e sanitarie, si riferisce alle visite specialistiche rese da strutture private non convenzionate.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories