Cosa sono i Buoni obbligazionari degli enti territoriali locali?

I Buoni obbligazionari degli enti territoriali locali sono titoli al portatore a medio-lungo termine, emessi dagli enti locali italiani per finanziare i propri progetti di investimento. E’ vietato per gli enti territoriali emettere tali titoli per finanziare spese correnti, inoltre per l’emissione è necessario l’autorizzazione della Banca d’Italia.

Caratteristiche

Per Buoni obbligazionari degli enti territoriali locali si intendono:

  • i buoni obbligazionari comunali, i Boc;
  • i buoni obbligazionari provinciali, i Bop;
  • i buoni obbligazionari regionali, i Bor.

Tutti questi titoli hanno durata non inferiore a 5 anni, possono essere convertiti in azioni di società di proprietà dell’ente emittente come le società municipalizzate. Le cedole possono avere diversa frequenza: 3, 6, o 12 mesi; e diverse modalità di remunerazione: a tasso fisso o variabile.

L’emissione dei buoni obbligazionari degli enti locali è disciplinata dall’articolo 35 della legge n. 724 del dicembre del 1994 e da un decreto del Ministero del Tesoro del luglio del 1996. Il collocamento di questi titoli obbligazionari avviene tramite intermediari autorizzati e quindi può richiedere l’attività di promotori finanziari.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.