Coronavirus, sondaggi: l’opposizione non farebbe meglio del governo. Lockdown sì o no?

Cosa temono del COVID-19 in questa seconda ondata di contagi? Prevale il timore sulla salute più che la questione economica. C’è scetticismo su un nuovo lockdown in Italia.

Coronavirus, sondaggi: l'opposizione non farebbe meglio del governo. Lockdown sì o no?

Il sondaggio realizzato il 5 ottobre 2020 da Ipsos Srl per ITV Movie, illustra il pensiero degli italiani di fronte alla ripresa della pandemia coronavirus. Ma cosa li preoccupa di più del COVID-19? Il 45% teme di contagiare i propri cari, soprattutto se si tratta di persone anziane o comunque di soggetti a rischio. Il 25% ha paura di prendere la malattia; il 10% è spaventato all’idea di finire in quarantena. Solo il 7% si preoccupa di perdere il reddito o i propri risparmi. Il 10% preferisce non rispondere o non sa.

A proposito delle sanzioni applicate a chi non indossa la mascherina nei luoghi pubblici, quasi la metà degli italiani (47%) credono che debbano essere più severe; il 39% sostiene che quelle vigenti vanno bene. Solo il 6% crede che le sanzioni devono essere diminuite o addirittura tolte. L’8% non sa o non indica.

La gestione politica della seconda ondata da COVID-19

I sondaggi Ipsos hanno chiesto agli italiani se i partiti di opposizione sarebbero in grado di gestire al meglio la seconda ondata pandemica, visto l’aumento dei contagi registrato nelle ultime settimane. Meno di un quarto (23%) risponde affermativamente, mentre la metà del campione intervistato (51%) crede l’opposizione non possa fare meglio. E’ importante sottolineare che il 26% abbia preferito non esprimersi, per scelta o perchè non sa.

Il secondo lockdown in Italia

L’istituto demoscopico dell’AD Nando Pagnoncelli, ha chiesto agli italiani se siano favorevoli a un secondo lockdown in Italia, nel caso in cui i contagi dovessero continuare a salire. Su questo quesito esiste una netta divisione. Il 46% sarebbe favore a un nuovo lockdown, ma il 44% sarebbe contrario. Il 10% non sa o non indica.

Ma gli italiani pensano davvero che si possa andare incontro ad un nuovo lockdown in Italia? In questo caso, prevale l’ottimismo. Il 61% crede che non ci saranno i presupposti affinché il governo possa prendere una misura così drastica. Invece, il 29% pensa che una tale decisione possa anche arrivare. Il 10% preferisce non esprimersi.

Conclusioni

Dall’esito dei sondaggi Ipsos, si evince che esiste una ritrovata paura con l’aumento dei contagi da COVID-19 soprattutto per la salute propria e ancor più dei propri cari, che per una questione economica. Un timore meno marcato per quanto riguarda il lavoro e il denaro, è confermata dalla sensazione prevalente che un nuovo lockdown in Italia non ci sarà.

Interessante anche il dato riguardante lo scenario politico. Sono in molti a credere che le opposizioni non possano fare meglio del governo. Tenendo conto che il solo centrodestra conta sul consenso di quasi metà degli italiani, evidente tra i loro elettori esiste una certa condivisione con i provvedimenti del governo sulla gestione della pandemia. E’ pur vero, che lascia perplessi il fatto che un quarto degli italiani abbiano preferito non rispondere.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO