Contratto di formazione: tempo indeterminato se svolge mansioni di livello superiore

Manuela Margilio

29 Settembre 2014 - 15:00

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’assegnazione di un dipendente in formazione a mansioni di livello superiore determina la conversione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Con ordinanza n. 20012 del 24 settembre 2014 la Corte di Cassazione ha dichiarato legittima la trasformazione del contratto di formazione in un rapporto di lavoro a tempo indeterminato qualora al lavoratore vengano assegnate, sia pure saltuariamente, delle mansioni di livello superiore a quello del proprio inquadramento.

Tale attribuzione, da parte del datore di lavoro, costituisce un inadempimento contrattuale ed un uso irregolare del contratto di formazione, tale da comportare la conversione a tempo indeterminato.

Cosa dice la Cassazione

Secondo la Cassazione che rigetta il ricorso del datore di lavoro, non rileva il fatto che il lavoratore sia stato impiegato, solo saltuariamente e sotto il controllo di un responsabile, alla sostituzione di altro personale dipendente con una qualifica di poco superiore. Tale sostituzione anche solo temporanea è tale da legittimare la variazione del rapporto di lavoro.

Elemento fondamentale, sul quale si base la decisione della Suprema Corte, è che l’assegnazione ad altre mansioni «non era stata accompagnato da quel percorso di formazione che costituisce elemento essenziale della causa del contratto che le parti avevano concluso». Da qui si parte per sostenere che l’inadempimento agli obblighi di formazione doveva ritenersi di notevole importanza, venendo meno la causa propria della formazione accompagnata al lavoro.

In conclusione, il contratto di formazione e lavoro è caratterizzato dallo svolgimento di una proporzionata attività di formazione nell’interesse reciproco di datore di lavoro e dipendente. Per evitare un uso improprio di tale strumento contrattuale è necessario un perfetto equilibrio tra l’esecuzione delle prestazioni di lavoro e l’attuazione di un percorso formativo. L’assegnazione a mansioni superiori sia pure in via occasionale, unitamente alla mancata prova della formazione, integra dunque un inadempimento che giustifica la conversione del rapporto di lavoro.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories