Congedo straordinario legge 104: spetta per 4 anni se i disabili sono 2?

Lorenzo Rubini

26 Novembre 2020 - 14:29

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Può un figlio fruire del congedo straordinario retribuito di 2 anni per entrambi i genitori? Vediamo cosa dice la normativa al riguardo.

Congedo straordinario legge 104: spetta per 4 anni se i disabili sono 2?

La legge 151 del 2001 prevede che ogni lavoratore possa chiedere un congedo retribuito di due anni per assistere un familiare convivente con grave handicap in base alla legge 104 del 1992. Ma cosa accade se i familiari da assistere sono due? E’ possibile raddoppiare il congedo?

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“I due anziani con disabilità grave, entrambi titolari legge 104, hanno diritto a due anni ciascuno di congedo famigliare da parte del figlio nell’arco della vita lavorativa di quest’ultimo. Ma se il figlio è uno, e non c’è nessun altro, come bisogna fare per dare i due anni ad entrambi i genitori?”.

Congedo straordinario retribuito 4 anni?

L’articolo 42, comma 5 della legge 151 del 2001, stabilisce che la durata massima complessiva di due anni non solo per ciascuna persona con legge 104 per cui è richiesto, ma anche nell’arco della vita lavorativa del richiedente.

Questo significa che chi fruisce del congedo retribuito per un familiare, sfruttando tutti e due gli anni messi a disposizione, non potrà richiedere lo stesso beneficio anche per un altro familiare.

Allo stesso tempo se dei due anni di congedo si fruisce per assistere un invalido con grave handicap, lo stesso beneficio non potrà essere richiesto da altro lavoratore per assistere lo stesso invalido.

A confermare questo orientamento anche la circolare INP numero 64 del 15 marzo 2001 e la circolare INPDAP numero 2 del 10 gennaio 2002.

L’INPDAP a tal proposito precisa che “Il periodo massimo di congedo (due anni) si applica complessivamente a tutti gli interessati, nell’arco della vita lavorativa di tutti, e può essere fruito alternativamente dagli aventi diritto. I periodi di congedo straordinario rientrano nel limite massimo dei due anni di congedo, anche non retribuito, che può essere richiesto da ogni lavoratore, ai sensi dell’articolo 4, comma 2, della legge 53/2000 “per gravi e documentati motivi familiari”.

Di fatto, quindi, non potendo fruire del congedo straordinario per entrambi i suoi genitori per un periodo superiore ai 2 anni, deve trovare un familiare o un affine, entro il terzo grado, convivente con i suoi genitori che possa richiedere il congedo per uno dei due in sua vece.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories