Congedo straordinario legge 104: solo 2 anni ogni per ogni invalido

Lorenzo Rubini

21/06/2021

23/06/2021 - 13:23

condividi

Il congedo straordinario può essere fruito per un massimo di 24 mesi per ogni invalido da assistere.

Congedo straordinario legge 104: solo 2 anni ogni per ogni invalido

Il congedo straordinario permette al lavoratore dipendente di assistere un familiare con handicap grave, ai sensi della legge 104 del 1992, mantenendo il diritto al posto di lavoro e percependo, per tutto il periodo di fruizione, una indennità pari alla retribuzione base percepita prima dell’aspettativa. Ma prevede due paletti imprescindibili.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buonasera, vorrei fare una semplice domanda. Ho usufruito del permesso straordinario e mi appresto ad andare in pensione con quota 100. In famiglia siamo in due con differenza di età di due anni. La domanda è può mia sorella usufruire del permesso straordinario per i prossimi due anni per accudire la mamma? Io dovrò trasferirmi in un altra abitazione quindi rimarrebbe lei a casa. Grazie.”

Congedo straordinario di 24 mesi massimo

Il congedo straordinario retribuito viene concesso per 24 mesi ma è bene chiarire che i limiti imposti non riguardano solo il lavoratore. L’aspettativa massima retribuita di cui si può beneficiare, infatti, è di massimo 2 anni e ogni lavoratore, infatti, può richiedere un congedo retribuito per un periodo massimo di un biennio indipendentemente da quanti sono i disabili che deve assistere.

Lo stesso paletto temporale, però, riguarda anche il disabile: per ogni disabile i familiari che lo assistono possono richiedere un massimo di 2 anni di congedo straordinario retribuito. Questo significa che per assistere uno stesso disabile non possono essere richiesti, anche da più familiari, più di 24 mesi di congedo retribuito.

Se, quindi, i 24 mesi di congedo retribuito per assistere sua mamma sono stati fruiti da lei non può richiederli anche sua sorella per assistere lo stesso disabile. Sua sorella, volendo, può fruire dei suoi due anno di congedo straordinario per assistere un altro familiare con grave disabilità, ma non per assistere la mamma, se per la stessa ha già fruito lei dei due anni di congedo.

Allo stesso modo, però, lei che ha fruito dei 24 mesi di congedo per assistere la mamma, non potrà fruirne (lo dico a titolo esemplificativo per gli altri lettori, visto che so benissimo che, andando lei in pensione non avrà più bisogno dell’aspettativa retribuita) di nuovo per assistere un altro familiare con handicap grave.

I 24 mesi limite, quindi, non riguardano solo il lavoratore che fruisce del congedo ma anche del disabile che viene assistito che non può ricevere, quindi, assistenza retribuita dal congedo straordinario per un periodo superiore a 2 anni.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it