Congedo straordinario legge 104 per entrambi i genitori: quando, come e per quanto tempo?

Lorenzo Rubini

27 Aprile 2021 - 15:46

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Cosa accade se si assistono due invalidi con grave handicap in base alla legge 104 quando si decide di richiedere il congedo straordinario retribuito?

Congedo straordinario legge 104 per entrambi i genitori: quando, come e per quanto tempo?

Il congedo straordinario retribuito permette, al lavoratore dipendente, di richiedere una aspettativa dal lavoro retribuita per assistere un familiare con grave handicap ai sensi della legge 104. Ma cosa accade se gli invalidi da assistere sono due?

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buonasera
Ho due genitori per i quali ho diritto alla legge 104. Ad oggi usufruisco dei 3 giorni di permesso l. 104 per mio papa che ha anche l’accompagnamento.
I miei genitori vivono insieme ed io abito nello stesso comune ma in una casa e ad un indirizzo diverso
Hanno bisogno di essere seguiti ed io vorrei sapere se, come e per quanto tempo posso prendermi il congedo che da quanto so è di max 2 anni ed è retribuito.
Grazie mille”

Congedo straordinario per 2 familiari

Come giustamente lei stessa ha scritto il massimo fruibile di congedo straordinario retribuito per ogni lavoratore è di 2 anni ma è di 2 anni massimo anche per ogni disabile da assistere.

Come si interpreta questa puntualizzazione prevista dalla normativa? Che un lavoratore può fruire di un massimo di 24 mesi di congedo nella propria vita lavorativa indipendentemente da quanti siano i familiari disabili da assistere e che ogni disabile ha diritto a massimo 24 mesi di assistenza retribuita con congedo indipendentemente da quanti sono i familiari che lo assistono.

Perché questa puntualizzazione? Perché come avviene nel suo caso lei può fruire di un massimo di 24 mesi di congedo totale e con due genitori con handicap grave la cosa migliore da fare è quella di richiedere un anno per assistere uno e un anno per assistere l’altro. In questo modo è pur vero che lei finirebbe i 24 mesi a sua disposizione ma lascerebbe 12 mesi sia a sua madre che a suo padre di assistenza da parte di un altro familiare (ad esempio un fratello o una sorella).

Può anche decidere di chiedere tutti e 24 i mesi a lei spettanti per assistere solo uno dei due ma in questo modo la persona da lei assistita non potrebbe ricevere assistenza retribuita da nessun altro.

In ogni caso, appurato che può fruire di un massimo di 24 mesi di congedo retribuito da destinare come meglio crede ai suoi genitori, per quel che riguarda il «come» può decidere di fruire del congedo in modo continuativo per due anni, ma anche in maniera frazionata a giorni, mesi o settimane (per un totale di 730 giorni) per dedicare ai suoi genitori l’assistenza nel momento del reale bisogno.

Per richiedere il congedo c’è necessità di residenza con i suoi genitori, visto che la coabitazione, nel suo caso abitando nello stesso Comune, non può essere soddisfatta richiedendo la dimora temporanea.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter