Concorso scuola infanzia e primaria: bando per 12.863 posti. Requisiti, prove e come fare domanda

Concorso scuola infanzia e primaria: il bando per 12.863 posti è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. La procedura di selezione ordinaria è su base regionale per posto comune e sostegno. Vediamo requisiti, prove e come fare domanda dal 15 giugno al 31 luglio 2020.

Concorso scuola infanzia e primaria: bando per 12.863 posti. Requisiti, prove e come fare domanda

Concorso scuola infanzia e primaria: il bando per 12.863 posti è in Gazzetta Ufficiale.

Atteso da tempo la procedura ordinaria per accedere alla scuola primaria e dell’infanzia su posti comuni e di sostegno aperta a ilaureati in Scienze della formazione o ai vecchi diplomati al magistrale 2001/2002.

Il bando è arrivato nel pomeriggio del 28 aprile insieme agli altri attesissimi bandi per i concorsi ordinarioe straordinario per la scuola secondaria di I e II grado.

Per partecipare al concorso scuola ordinario per infanzia e primaria, che con buona probabilità si terrà in autunno dal momento che siamo in piena emergenza COVID-19, c’è tempo fino al 31 luglio 2020.

La domanda di partecipazione potrà essere inviata in via telematica a partire dal 15 giugno. Vediamo di seguito quali sono i requisiti, le prove da affrontare e come fare domanda per il concorso scuola infanzia e primaria leggendo attentamente il bando in Gazzetta Ufficiale.

Concorso scuola infanzia e primaria: i requisiti nel bando ufficiale

I requisiti per il concorso scuola infanzia e primaria erano già stati anticipati dalla bozza del bando che nell’ufficiale trovano conferma.

Il concorso viene espletato su base regionale per posti comuni e sul sostegno per un numero di posti complessivo di 12.863 unità disponibili, si legge dal bando, già dall’anno 2020/2021. Possono partecipare alla selezione per il concorso ordinario infanzia e primaria per posto comune i candidati che abbiano:

  • laurea in Scienze della formazione primaria;
  • oppure il diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.
  • può partecipare anche chi sia in possesso dello stesso titolo di studio conseguito all’estero, ma che sia riconosciuto in Italia dal Miur.

Per i posti su sostegno i candidati del concorso scuola infanzia e primaria devono invece essere in possesso, oltre ai requisiti sopra indicati, anche della specializzazione specifica o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

Inoltre sono ammessi a partecipare con riserva al concorso coloro che stanno frequentando il IV ciclo di TFA sostegno. Ricordiamo a questo punto che il concorso ordinario infanzia e primaria, come anche quelli per la scuola secondaria di I e II grado, sarà bandito su base regionale. Nelle regioni in cui non ci sono cattedre disponibili né su posto comune, né su sostegno, i concorsi non si terranno. Vediamo, prima di capire come inviare la domanda, quali sono le prove per partecipare al concorso per infanzia e primaria.

Le prove del concorso infanzia e primaria

Le prove del concorso scuola infanzia e primaria sono articolate in scritto e orale oltre alla valutazione dei titoli. Il bando tuttavia prevede la possibilità di effettuare una prova preselettiva qualora il numero dei candidati superi di quattro volte il numero dei posti disponibili o sia superiore alle 250 unità.

La prova preselettiva di 50 quesiti a risposta multipla con quattro opzioni di risposta sarà computer based per accertare le capacità logiche, di comprensione del testo e conoscenza della normativa scolastica del candidato.

Come precisa il bando all’articolo 7 i quesiti sono estratti da una banca dati resa nota tramite pubblicazione sul sito del Ministero almeno 20 giorni prima dell’avvio delle prove. Il calendario della preselettiva verrà reso noto con avviso da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale della 4ª Serie Speciale, Concorsi ed Esami (articolo 10 del bando).

Alla prova preselettiva è così articolata:

  • 20 domande per le capacità logiche;
  • 20 domande per la comprensione del testo;
  • 10 domande per la conoscenza della normativa scolastica.

La prova dura 50 minuti e la risposta corretta vale 1 punto quella non data o errata 0 punti. Sono ammessi alla prova scritta un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione per ciascuna procedura. Sono anche ammessi alla prova scritta coloro che, all’esito della prova preselettiva, abbiano conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi.

La prova scritta invece si articola nel seguente modo:

  • per i posti comuni, in due quesiti a risposta aperta che prevedono la trattazione articolata di tematiche disciplinari, culturali e professionali, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia;
  • per i posti di sostegno, in due quesiti a risposta aperta inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità;
  • per i posti comuni e di sostegno, in un quesito, articolato in 8 domande a risposta chiusa, volto alla verifica della comprensione di un testo in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

La prova scritta viene valutata dalla commissione per un massimo di 40 punti e chi la supera accede alla prova orale volta ad accertare le conoscenze del candidato sia su posto comune sia su sostegno oltre alla comprensione della lingua inglese.

Le tracce delle prove orali sono predisposte da ciascuna commissione secondo il programma di cui all’Allegato A del Decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca n. 327 del 9 aprile 2019.

Come fare domanda

Per il concorso scuola infanzia e primaria è possibile fare domanda a partire dal 15 giungo fino alla scadenza prevista per il 31 luglio.

I candidati per partecipare al concorso presentano l’istanza in via telematica attraverso l’applicazione Istanze OnLine (P.O.L.IS - Presentazione On Line delle Istanze) previo possesso delle credenziali SPID, o in alternativa, di un’utenza specifica per l’accesso al servizio Istanze on Line.

Il candidato che si presenta per più procedure concorsuali deve presentare un’unica domanda indicando quali sono. Per accedere alla domanda bisogna, come da bando, seguire la procedura una volta sulla pagina di Istanze OnLine: Argomenti e Servizi > Servizi online > lettera I > Istanze On Line, vai al servizio.

La domanda di partecipazione va inviata dalle ore 9:00 del 15 giugno fino alle 23 e 59 del 31 luglio 2020.

Per avere maggiori dettagli sul concorso scuola infanzia e primaria è possibile consultare il bando ufficiale in PDF scaricabile qui di seguito. Altre informazioni per la preselettiva, calendario delle prove e regioni nella quale si andrà a svolgere la prova preliminare sarà necessario attendere l’avviso del Miur in Gazzetta Ufficiale a conclusione della procedura di invio delle domande per il concorso scuola.

Bando concorso scuola infanzia e primaria
Testo ufficiale

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1533 voti

VOTA ORA