Computer per bambini: i migliori modelli per la DAD

Matteo Novelli

16 Marzo 2021 - 20:00

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Computer per bambini: quali sono i migliori dispositivi per la DAD adatti ai più piccoli? Meglio un PC o un tablet? Ecco le nostre proposte per fasce di età e prezzo.

Computer per bambini: i migliori modelli per la DAD

Scegliere i migliori PC per bambini, tra i tanti modelli disponibili, non è semplice: affidare un computer portatile a un minore comporta sempre diversi rischi e una forte responsabilità, fattori indispensabili nello scegliere quale PC o tablet conviene acquistare per un bambino.

La DAD ha infatti reso indispensabili i PC anche per bambini dai 7 a 12 anni: la didattica a distanza ha reso necessario l’utilizzo di computer e tablet per continuare le attività scolastiche e le lezioni da casa, mitigando la presenza in aula grazie ai diversi strumenti tecnologici oggi a nostra disposizione.

I nativi digitali sono infatti più facilitati nell’uso di PC e tablet: la DAD rappresenta un compromesso utile a tenere attiva la creatività e l’attenzione ma scegliere un terminale giusto e adatto a un bambino deve tener conto di alcuni elementi fondamentali.

Noi abbiamo selezionato alcuni modelli adatti agli utenti più piccoli, tenendo conto di alcune caratteristiche essenziali e pensate per i bambini in DAD.

Migliori PC per bambini: quale scegliere e caratteristiche

Bisogna prima di tutto tener conto di alcune specifiche fondamentali: la prima una buona videocamera e un buon microfono adatte a comunicare in maniera veloce e precisa con l’insegnante.

Non sprecate denaro in cerca di memorie di sistema extra large e SSD super spaziosi: bastano pochi GB per far girare i programmi fondamentali per svolgere le attività DAD in perfetta armonia. Ergo, non perdete tempo cercando specifiche più adatte a un PC professionale che destinato allo studio (caratteristiche che poi vanno ad alzare il prezzo di conseguenza). Puntate piuttosto su uno schermo adatto e spazioso, in grado di non stancare e affaticare la vista ai più piccoli.

Spendere intorno a 200/300 euro è un buon compromesso per un PC da riservare all’uso dei più piccoli. Browser, programma di turno per la DAD e impostazioni di sicurezza e parental control (detenute da tutti i principali motori di ricerca): non serve altro per far seguire e navigare i vostri piccoli in totale sicurezza.

ClemPad X Plus: per chi muove i primi passi

Sono lontani i tempi del Computer Kid di Clementoni e l’azienda ha sviluppato un tablet, dotato anche di tastiera fisica, denominato ClemPad X Plus. Questo dispositivo si adatta perfettamente a chi muove i primi passi nel mondo informatico ed è fortemente consigliato a bambini in fascia d’età compresa tra i 3 e i 7 anni.

Il tablet è colorato, dotato di caratteristiche essenziali e strettamente pensato per un pubblico appartenente alla sfera della prima infanzia: tanti colori, uno schermo da 8 pollici e app già predisposte con parental control (come il browser incluso e YouTube Kids). Sicuramente adatto a chi cerca una prima alfabetizzazione informatica per i più piccoli.

PC per bambini 7-9 anni: Jumper Notebook 13,3 pollici

Pratico ed essenziale: a prima vista ricorda un PC d’altri tempo ma questo Jumper Notebook ha tutto quello che serve per seguire lezioni a distanza ed effettuare piccole operazioni web a un prezzo più che contenuto.

Dotato di un hard disk da 64 GB e una ssd da 256 GB (che può essere sostituita con schede da memoria fino a 1 TB) e una RAM da 4 GB, sistema operativo Windows 10 Home, una batteria dalla durata stimata tra le 6 e le 8 ore. Incluso nell’acquisto 12 mesi di accesso gratis ai vari programmi di Microsoft Office.

PC per bambini 8-10 anni: Samsung Chromebook 4+

Si alza leggermente il prezzo ma anche la qualità complessiva scegliendo questo Samsung Chromebook 4+. La linea di portatili Google è essenziali e Big G non a caso li presenta come l’alleato perfetto per lo studio. Basta accedere con il proprio account Gmail e tutto funziona attraverso ChromeOS, sistema operativo che permette di effettuare operazioni direttamente online.

È sicuramente il portatile da sfruttare in una fascia d’età già più avanzata, destinata al genitore, e al bambino, che vuole fare un acquisto ponderato e duraturo nel tempo guardando anche all’ingresso alle scuole medie.

Più portabilità: Samsung Galaxy Tab A7

Da non sottovalutare anche il supporto adeguato dato dal tablet per la DAD, a qualsiasi età: per le modalità di funzione frontale virtuale questo tipo di device offrono tutto quello che serve per seguire le lezioni da casa rendendo disponibili tutti i principali software per la didattica a distanza sotto forma di app. In questo senso, la soluzione offerta da Samsung Galaxy Tab A7 è pratica ed essenziale: 32 GB di memoria e connessione tramite WiFi.

Da abbinare a una tastiera bluetooth se si desidera avere ancora più praticità, ma per le lezioni da casa è ancora spesso sufficiente un quaderno e una penna (lo schermo spesso fa solo da tramite con l’insegnante).

PC o Tablet? Provate con iPad

Se volete investire sempre su tablet ma spendere qualcosa in più, puntate su iPad: la garanzia Apple offre a un prezzo più alto tutto quello che può essere utile per seguire lezioni a distanza con un device che, una volta accantonata la DAD, può tornare utile anche agli adulti in un secondo momento.

Da non sottovalutare, seppur come accessorio costoso, il supporto ad Apple Pencil che può aiutare a stimolare la creatività dei più piccoli. Scegliere di acquistare un iPad è sicuramente un investimento non indifferente, consigliamo di farlo in una fascia di età compresa tra gli 11 e 12 anni (in modo da sfruttare il device anche nelle scuole medie e nel tempo libero).

Argomenti

# Tablet
# Scuola
# PC

Iscriviti alla newsletter

Money Stories