Smaltire in modo corretto l’olio usato del motore è importantissimo, dato che questa sostanza, se dispersa nell’ambiente, può risultare altamente inquinante. Per gettare l’olio usato del motore in modo idoneo esistono diversi centri di raccolta, per cui il corretto smaltimento di questa sostanza è piuttosto semplice.

L’olio esausto del motore, come ogni altro tipo di olio usato, non può infatti essere semplicemente gettato nell’immondizia o peggio ancora nelle tubature, dal momento che risulta un elemento inquinante. Di seguito andiamo a vedere in che modo smaltire l’olio usato del motore e come muoversi per evitare di danneggiare l’ambiente con le proprie azioni errate.

Come riciclare l’olio esausto del motore?

Si sottovaluta spesso il rischio ambientale legato al cattivo smaltimento dell’olio del motore usato, dal momento che non si comprendono bene le conseguenze delle proprie azioni. Solitamente quando si effettua un cambio dell’olio ci si rivolge ad un’officina che raccoglie tutto l’olio in speciali contenitori che verranno poi affidati ad aziende specializzate nello smaltimento finale.

Nel caso in cui voleste procedere da soli dovrete quindi fare attenzione a contattare una delle aziende associate al CONOU (Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati), dal momento che sono loro a occuparsi di riciclare poi questa sostanza. Quindi in caso non sapeste come e dove gettare l’olio esausto della vostra auto la migliore soluzione sarà rivolgersi a una di queste ditte specializzate per avere maggiori informazioni.

Andando sul sito ufficiale del CONOU sarà inoltre possibile conoscere, attraverso il proprio CAP, il centro di raccolta più vicino alla propria abitazione. Se invece voleste portare questo residuo all’isola ecologica più vicina al vostro domicilio dovrete prima informarvi se essa disponga di un servizio di smaltimento dei rifiuti di questo tipo. Non tutte le isole ecologiche offrono questo servizio, dal momento che questo tipo di sostanza deve essere smaltita in modo diverso dall’olio esausto per cucinare.

Vi ricordiamo inoltre che le officine, nel caso in cui il lavoro non fosse stato svolto in loco, non hanno alcun obbligo ad accettare il vostro olio dell’auto usato e possono anche rifiutare di inserirlo nella loro raccolta.

Come viene smaltito l’olio usato delle auto?

Smaltendo nel modo corretto l’olio esausto della vostra auto non solo contribuirete ad aiutare l’ambiente a essere un luogo più pulito, ma anche a non gettare materiale ancora utile.
L’olio esausto della vostra auto viene infatti pulito e rigenerato per essere riutilizzato, così da avere una nuova vita. Solo nel caso in cui non fosse possibile effettuare questo passaggio l’olio usato viene usato come combustibile in centri specifici. Ad alte temperature infatti esso si pulirà delle sostanze inquinanti e non andrà ad inquinare la natura.

L’olio del usato del motore è altamente inquinante e per farvi comprendere il suo impatto, in caso di smaltimento errato, vi basti pensare che con soli 4 litri di questa sostanza si può inquinare una superficie d’acqua grande quanto un campo da calcio. Fortunatamente l’Italia è uno dei Paesi in cui questo prodotto viene raccolto nel modo migliore e soprattutto ne viene riutilizzata la maggiore quantità. Il nostro Paese infatti riesce a pulire e riusare ogni anno il 90% dell’olio esausto del motore prodotto.