Come lavorare un break-out in modo corretto

Il break-out può diventare uno strumento molto potente nelle mani dei trader online, ma va utilizzato in modo disciplinato studiando bene il contesto di mercato

Come lavorare un break-out in modo corretto

La tecnica del break-out trading è una delle più note e impiegate dai trader online di tutto il mondo. Tuttavia il suo utilizzo nasconde delle insidie, dovute per lo più a un approccio spesso superficiale da parte dei trader nello studio del contesto di mercato e soprattutto della sua volatilità. Bisogna infatti capire quando utilizzare realmente questa strategia - così da evitare di finire in “trappole” create ad hoc dai large traders - e come impostare in modo corretto un piano d’azione concettualmente valido.

Il punto di partenza è comprendere a fondo le condizioni del mercato che ci si appresta a lavorare, in particolare alcuni elementi tecnici di fondamentale importanza. Fra questi spicca la volatilità. Infatti, al fine di aumentare le possibilità di vincita, bisognerà andare alla ricerca di break-out candles che fanno seguito a un contesto di bassa volatilità. Risulterà ancor più convincente un quadro tecnico contraddistinto dalla presenza di pattern di analisi tecnica molto specifici, come i rettangoli (o i ledge), i triangoli (o i wedge) e le flag. Si tratta di configurazioni grafiche in genere contrassegnate da bassa volatilità, che verosimilmente saranno ben presto interessate da un break-out del prezzo.

Tuttavia non bisognerà tentare di anticipare il break-out (cosa che invece spesso fanno i day-trader o gli scalper per procurarsi piccoli vantaggi sul prezzo di entrata), bensì attendere la completa formazione della candela di break-out. Tale setup pattern dovrà avere anche caratteristiche precise, in particolare non mostrare code (o tails o shadows) particolarmente pronunciate, così da scongiurare sin da subito il pericolo che sia già in corso una fase di esaurimento della pressione in acquisto (se il break-out è al rialzo) o in vendita (se il break-out è al ribasso).

Per comprendere meglio il sistema del break-out trading andiamo a dare un’occhiata al grafico a 4 ore del tasso di cambio USD/SGD, ovvero dollaro Usa su dollaro di Singapore (un cambio “minore”, che però evidenzia spesso interessanti segnali di price action trading). Il contesto di mercato è il trading range. Nei pressi del minimo della struttura si forma una fase di consolidamento: uno stretto rettangolo che a un certo punto vede i prezzi generare una magnifica break-out candle!

Si può notare che questa candela apre sui minimi e chiude sui massimi, manifestando una notevole pressione in acquisto. E’ un palese segnale rialzista, sebbene i prezzi siano ancora inseriti all’interno della congestione “madre”, ossia il trading range. Ad ogni modo non ci sarà più alcun ostacolo dei venditori in grado di arginare la forza dirompente dei buyers: nel giro di pochi giorni il prezzo – archiviata con sorprendente semplicità anche la key area di 1,35 – si spingeranno verso 1,3750 spianando la strada a profitti ragguardevoli.

Alla prossima pillola!

Nicola D’Antuono

Iscriviti alla newsletter

Argomenti:

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.