Clima, in arrivo alluvioni e ondate di caldo nei prossimi anni: 6 città italiane a rischio

21 Settembre 2021 - 16:21

21 Settembre 2021 - 17:10

condividi

La crisi climatica farà aumentare le alluvioni e le ondate di calore nel corso dei prossimi anni, mettendo a rischio 6 città italiane secondo un report della Fondazione Centro Euro-Mediterraneo.

Clima, in arrivo alluvioni e ondate di caldo nei prossimi anni: 6 città italiane a rischio

Nei prossimi anni gli effetti della crisi climatica si faranno sentire ancora di più, anche nel nostro Paese, facendo aumentare il numero di alluvioni e ondate di calore che metteranno a rischio soprattutto 6 città.

È quanto emerso dal rapporto “Analisi del Rischio. I cambiamenti climatici in sei città italiane” condotto dalla Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici. Ma vediamo quali sono e cosa rischio le città in questione.

In arrivo alluvioni e ondate di caldo nei prossimi anni: le città a rischio

Non è una novità che il cambiamento climatico sia in atto ormai da diverso tempo, e nonostante questa consapevolezza generale il problema resta ancora troppo spesso sottovalutato. Gli effetti sono ben evidenti, come dimostra l’aumento delle giornate di caldo intenso con temperature al di sopra dei 30 gradi registrate negli ultimi anni oltre che all’incremento di alluvioni. Gli effetti del cambiamento climatico, secondo il report, metteranno a dura prova soprattutto 6 città italiane:

  • Napoli;
  • Milano;
  • Roma;
  • Torino;
  • Venezia;
  • Bologna.

Nelle prime 4 città infatti sono state registrate molte giornate di caldo intenso in più rispetto a quelle di inizio secolo e nello specifico, nel capoluogo campano sono state 50 in più, a Milano 30, Torino 39 e Roma 28. A Venezia invece preoccupa il livello delle acque che negli ultimi 10 anni ha superato la soglia critica per ben 40 volte, mentre a Bologna si prevede che aumenteranno gli allagamenti.

Sono proprio le ondate di caldo e le alluvioni i due principali fenomeni che si stima aumenteranno maggiormente nel corso dei prossimi anni, andando a impattare anche sulla salute delle persone, sulla mortalità e sugli episodi di dissesto idrogeologico.

Quali sono i rischi maggiori

Gli scenari ipotizzati dal rapporto non sono tra i migliori: Napoli rischia di dover fare i conti con il caldo per tutto l’anno, mentre Venezia potrebbe venir allagata molto spesso a causa delle alluvioni. Si prevede inoltre che entro il 2080 nel Sud Italia si possa arrivare a registrare anche 90 giorni consecutivi di caldo se non verranno attuate delle politiche ambientali adeguate, in grado di ridurre i giorni di caldo a 50. Come è noto le elevate temperature rappresentano un rischio soprattutto per gli anziani e dunque anche di un relativo aumento della mortalità.

Da qui la necessità di attuare delle politiche volte a rallentare questa tendenza. In alcuni casi, secondo il rapporto, le amministrazioni sono già in possesso delle competenze e capacità tecniche per l’adattamento, come Milano, Bologna e Torino, mentre Roma, Napoli e Venezia ancora non sono pronte. Il Centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici spiega inoltre che saranno di fondamentale importanza anche le collaborazioni nazionali e internazionali, oltre che quelle accademiche volte “all’attivazione di pratiche partecipative che coinvolgano cittadini e aziende”.

Argomenti

# Roma
# Milano
# Napoli
# Torino

Iscriviti a Money.it