Chi è Rino Gaetano: le migliori canzoni e frasi

Elisa Corpolongo

02/06/2021

02/06/2021 - 22:37

condividi

Rino Gaetano è stato un cantautore italiano noto per la connotativa irriverenza musicale e la pronunciata teatralità. Ecco quali sono le migliori canzoni di Rino Gaetano e alcune delle frasi più famose.

Chi è Rino Gaetano: le migliori canzoni e frasi

Tra i più celebri nella storia del cantautorato italiano, Rino Gaetano (nato a Crotone il 29 ottobre del 1950 e morto a Roma il 2 giugno 1981) è stato un autore e musicista poliedrico provocatorio e irriverente.

Poeta ironico e giocoliere dalla teatralità innata, Rino Gaetano ha sempre avuto una forte e spiccata tendenza comico-politica espressamente visibile nell’arte musicale da lui creata.

Ecco quali sono alcune tra le migliori canzoni di Rino Gaetano e le frasi più famose.

Chi è Rino Gaetano: il #RinoGaetanoDay

Rino Gaetano è una celebrità della musica italiana e ha scritto veramente tante canzoni nel corso della sua carriera come cantautore, moltissime delle quali sono rimaste nell’immaginario collettivo della musica italiana dopo la sua morte.

Per questo, ogni anno, in memoria del mitico personaggio che andò a Sanremo in frac con su appuntate una quantità infinita di medagliette “d’onore” e scarpe da ginnastica, si festeggia il giorno della sua misteriosa morte (il 2 giugno) anche online, sotto la voce dell’hashtag #RinoGaetanoDay.

La sua influenza sulla cultura di massa è stata enorme negli anni e perdura ancora oggi. Grazie alla sua irriverenza verso le tendenze e la moda, Rino Gaetano fu un innovatore e precursore del genere musicale del cantautorato impertinente e sfacciato italiano.

Le migliori canzoni di Rino Gaetano

Se dovessimo scegliere tra tutte le canzoni più belle e famose di Rino Gaetano, l’elenco potrebbe essere lungo. Alcune delle migliori canzoni sono:

  • Ma il cielo è sempre più blu
    Probabilmente, Ma il cielo è sempre più blu è la canzone più famosa in assoluto di Rino Gaetano. Il testo è composto da un elenco di vicende e personaggi che si cuciono ad uno sfondo politico cui l’autore faceva spesso riferimento.
  • Nuntereggae più
    Sempre attuale, Nuntereggae più è ciò che potrebbe essere definito la “canzone-manifesto” di Rino Gaetano, col suo lunghissimo testo ad enumerazione di personaggi italiani e partiti politici che l’autore “non regge più”.
  • Aida
    Una delle canzoni più famose di Rino Gaetano che vuole essere l’occasione di ripercorrere tutta la storia italiana del ‘900 attraverso l’immaginario di una donna di nome, per l’appunto, Aida.
  • Gianna
    L’irriverenza del cantautore si rivolge anche con Gianna a un personaggio femminile. Forse, questa è la canzone (tra quelle riferite alle donne) più famosa di Rino Gaetano con l’incipit: “Gianna, Gianna, Gianna sosteneva tesi e illusioni”.
  • Sfiorivano le viole
    Con Sfiorivano le viole ci ritroviamo nel flusso di coscienza tra racconto d’amore e surrealismo storico sempre caro all’autore.
  • Berta filava
    La Berta che fila a cui fa riferimento Rino Gaetano nell’omonima canzone deriva da un detto popolare: “è passato il tempo in cui Berta filava” che veniva colloquialmente usato nel gergo comune per rimarcare la differenza tra presente e passato.
  • Ahi Maria
    Col suo testo apparentemente pieno di frivola leggerezza (e sempre col pretesto del personaggio femminile), Ahi Maria è - un’altra volta - all’insegna del surreale e musicalmente più orecchiabile che mai.
  • Ad esempio a me piace il sud
    Un capolavoro poetico che sposa la musica del cantautorato italiano, una canzone che forse si colloca tra le meno famose, poiché più riflessiva, Ad esempio a me piace il sud è senza dubbio tra le più malinconiche e meno “scanzonate” che Rino Gaetano abbia scritto.
  • Mio fratello è figlio unico
    Molti sono i temi affrontati in questa canzone, dal disagio, all’emarginazione. Soprattutto, Mio fratello è figlio unico parla di difficoltà sempre attuale di comunicare nella società e di un tema estremamente caro all’autore: il rifiuto per l’omologazione.

Le frasi più famose di Rino Gaetano

La poetica del cantautore italiano può essere racchiusa nella seguente citazione: “Sognare la vita, vivere un sogno, cantare per non avere niente”. Niente, a parte la musica che si è perpetrata negli anni lasciando una eco inconfondibile alla personalità politica e artistica di Rino Gaetano: ecco alcune delle frasi più famose delle sue canzoni.

Cerco in tutte le canzoni
e in un passero sul ramo
uno spunto per la rivoluzione.
(Cerco, 1978)
Auto blu
Sangue blu
Cieli blu
Amore blu
Rock and blues
[Nun te reggae più]

(Nuntereggaepiù, 1978)

Ad esempio a me piace rubare
Le pere mature sui rami se ho fame
Ma quando bevo sono pronto a pagare
L’acqua, che in quella terra e’ più del pane

(Ad esempio a me piace il sud, 1981)

Supponiamo un mattino
tu ti alzi e ami me.

(Supponiamo un amore, 1974)

E quando la tua mente prende il volo
ti accorgi che sei rimasto solo.

[Ti Ti Ti Ti, 1980)

L’estate che veniva con le nuvole rigonfie di speranza
Nuovi amori da piazzare sotto il sole
Il sole che bruciava, lunghe spiagge di silicio
E tu crescevi, crescevi sempre più bella
Fiorivi sfiorivano le viole
E il sole batteva su di me
E tu prendevi la mia mano
Mentre io
Aspettavo

(Sfiorivano le viole, 1976)

A mano a mano ti accorgi che il vento
Ti soffia sul viso e ti ruba un sorriso
La bella stagione che sta per finire
Ti soffia sul cuore e ti ruba l’amore
A mano a mano si scioglie nel pianto
Quel dolce ricordo sbiadito dal tempo
Di quando vivevi con me in una stanza
Non c’erano soldi ma tanta speranza.

(A mano a mano, 1978)

Se quest’estate andremo al mare, soli, soldi e tanto amore,
e vivremo nel terrore che ci rubino l’argenteria,
è più prosa che poesia.

(Nuntereggaepiù, 1978)

Cogli la mia rosa d’amore
Regala il suo profumo alla gente
Cogli la mia rosa di niente

(Cogli la mia rosa d’amore, 1976)

Iscriviti a Money.it