Certificati: da UniCredit 50 nuovi Cash Collect

Da un paio di giorni sono in contrattazione 50 nuovi Cash Collect emessi da UniCredit su altrettante azioni e indici con scadenza a tre anni. I premi? Incondizionati.

Certificati: da UniCredit 50 nuovi Cash Collect

Lo scorso 22 settembre UniCredit Bank ha lanciato sul mercato una nuova serie di 50 Fixed Cash Collect Certificate su azioni italiane, americane e indici.

I Fixed Cash Collect sono pensati per gli investitori che desiderano ottenere un flusso di premi costante e non condizionato dall’andamento dei sottostanti.

I nuovi Certificati, che vanno ad aggiungersi alle ultime tre emissioni di Cash Collect (Step-Down, Worst-of e Maxi) degli ultimi mesi, hanno come sottostanti indici e singole azioni italiane ed americane e una scadenza a 3 anni (dicembre 2023).

Tra i sottostanti troviamo big di Piazza Affari come Intesa Sanpaolo, Eni e Telecom Italia, le società tech americane protagoniste degli ultimi mesi, come Facebook, Tesla e Netflix, fino ad importanti indici europei come il FTSE Mib e l’EuroStoxx Banks.

Premi fissi incondizionati fino al 3,6% trimestrale

Indicazioni particolarmente interessanti arrivano dal premio: trimestrale e incondizionato, non legato quindi all’andamento del sottostante, che va da un minimo dello 0,6% ad un massimo del 3,6% a seconda dei sottostanti.

Il livello di Barriera è variabile e va dal 60% al 70% del valore iniziale.

Due sono gli scenari per l’investitore a scadenza:

  • se il sottostante ha un valore pari o superiore al valore della Barriera, il Certificate rimborsa 100 euro (ossia il prezzo di emissione), oltre al premio;
  • se il sottostante ha un valore inferiore al livello della Barriera, il Certificate rimborsa un importo proporzionale all’andamento del sottostante (senza corrispondere l’ultimo premio).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories