Cardinale Becciu indagato: chi è, quanto guadagna e cosa rischia

Elisa Corpolongo

03/07/2021

03/07/2021 - 20:22

condividi

Scosse al Vaticano: il cardinale Becciu è stato citato in giudizio e affronterà un processo insieme a nove imputati; ma chi è, quanto guadagna e cosa rischia?

Cardinale Becciu indagato: chi è, quanto guadagna e cosa rischia

A essere coinvolti sono prelati, funzionari vaticani e finanzieri e il 27 luglio avrà inizio il processo presso il Tribunale del Vaticano.

In tutto si tratta di 10 persone, compreso il cardinale Angelo Becciu. L’accusa nei suoi confronti è di reati di peculato, ossia appropriazione indebita e abuso d’ufficio anche in concorso, oltre che di subordinazione.

Per quanto il cardinale si dichiari innocente e in grado di dichiarare di essere stato vittima di una macchinazione, intanto il processo inizierà. Vediamo chi è il cardinale Becciu, quanto guadagna e cosa rischia al processo.

La vicenda

Il processo con altri 9 che avrà inizio il prossimo 27 luglio, riguarda personale ecclesiastico e laico della Segreteria di Stato a Londra e una vicenda di investimenti finanziari.

A dire degli inquirenti, il cardinale sarebbe coinvolto in diverse vicende che coprono diverse tipologie di reato e la figura di Angelo Becciu non è nuova agli scandali. Solo lo scorso anno, infatti, il cardinale Becciu era stato coinvolto in scandali inerenti assegni a familiari e donazioni non del tutto trasparenti.

Chi è il cardinale Angelo Becciu

Giovanni Angelo Becciu è un cardinale e arcivescovo italiano nato a Pattada, in Sardegna, il 2 giugno del 1948.

Ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale nel 1972 e, dopo aver conseguito la laurea in diritto canonico, è entrato a prestare servizio presso la Santa Sede nel 1984, prendendo parte a diverse missioni diplomatiche nel mondo, tra Africa, Liberia, Regno Unito, Stati Uniti, Francia e Nuova Zelanda.

Il 24 settembre 2020 è arrivata la sua rinuncia all’incarico di prefetto della Congregazione delle cause dei santi, sotto papa Francesco, a causa di uno scandalo in cui era stato coinvolto, riguardante un immobile di lusso da 200 milioni di euro a Londra.

Quanto guadagna

Pare che le dimissioni presentate da Becciu, più che essere spontanee, siano state più o meno imposte da papa Francesco. Al cardinale, in quell’occasione, sono stati tolti tutti i diritti cardinalizi, tra cui stipendio e pensione, immunità diplomatica e titolo onorifico.

Non ci sono fonti certe su quanto guadagni il cardinale Becciu. Tuttavia, pare che lo stipendio che spetta a chi riveste il ruolo di cardinale sia di più di 5 mila euro. Sembra anche, però, che Becciu non riceva più tale stipendio dopo le dimissioni presentate a papa Francesco.

Tuttavia, il cardinale pare possieda un appartamento che gli è rimasto nonostante le dimissioni. Intorno alla sua figura, comunque, gravano diverse accuse di ingenti donazioni in favore di parenti e conoscenti prese dalle casse della Chiesa.

Cosa rischia al processo

Non è semplice capire che cosa potrebbe rischiare Angelo Becciu, dato che il processo in merito alle accuse ricevute deve ancora iniziare. Questo a maggior ragione per il fatto che il Tribunale di competenza è quello Vaticano.

In linea generale, si sa che le accuse di truffa, peculato e abuso di ufficio si accompagnano ad altri capi di imputazione, per un totale di 8. Il cardinale avrebbe attinto anche alle risorse destinate alle opere di carità personale.

Nel processo, la segreteria di Stato del Vaticano si costituirà parte civile. Nella fattispecie, il reato di peculato - secondo l’ordinamento italiano del codice penale - può essere punito anche con la reclusione dai 4 ai 10 anni, oppure da 6 mesi a 3 anni se il bene è stato restituito. Tuttavia, per il peculato, si deve guardare l’ordinamento giuridico in cui il reato è avvenuto e, quindi, la questione è complicata.

Argomenti

# Chiesa

Iscriviti a Money.it