Borsa Italiana: le azioni sotto la lente dell’analisi tecnica di lunedì 27 maggio

La giornata si apre all’insegna del rialzo per l’indice FTSE Mib. L’Ufficio studi di Money.it si è focalizzato su alcuni titoli quotati a Piazza Affari che presentano i migliori spunti tecnici per l’operatività odierna. Focus su FCA, Unipol e A2a

Borsa Italiana: le azioni sotto la lente dell'analisi tecnica di lunedì 27 maggio

L’indice FTSE Mib apre la seduta in rialzo dell’1,16%, attestandosi a 20.629,50 punti.

Dalle urne delle elezioni europee 2019 esce un netto successo della Lega, molto vicino alle più rosee previsioni di qualche settimana fa. Il partito di Matteo Salvini ha raddoppiato i suoi voti rispetto alle politiche, arrivando al 34,5%.

Il PD si attesta al secondo posto con il 22,9% ha scavalcato il Movimento 5 Stelle, crollato al 16,8%. Seguono Forza Italia all’8,7% e Fratelli d’Italia al 6,4%. Al di sotto della soglia minima per portare a Strasburgo propri rappresentanti si sono collocati +Europa con il 3,1%, i Verdi 2,3% e la Sinistra 1,7%. Si tratta di un risultato che inevitabilmente avrà ripercussioni sul governo perché sostanzialmente ribalta i rapporti di forza fra Lega e M5S.

Per quanto riguarda le strategie operative sui titoli di Piazza Affari, l’Ufficio studi di Money.it ha condotto la consueta analisi tecnica su alcune azioni interessanti dal punto di vista grafico: focus su FCA, Unipol e A2a.

  • FCA: la quotata a Piazza Affari e Renault hanno annunciato questa mattina il merger. Insieme i due gruppi automotive avranno una capitalizzazione di mercato combinata di oltre 32 miliardi di euro e un totale di vendite globali di 8,7 milioni di veicoli. FCA ha una valutazione di poco meno di 18 miliardi di euro e Renault circa 14,4 miliardi. A livello grafico è in corso di formazione una figura di doppio minimo che ha come base a 11,37 euro e verrebbe validato con la rottura di 12,36 euro.
  • Unipol: il titolo venerdì scorso ha registrato la miglior performance percentuale all’interno dei titoli del FTSE Mib. La struttura tecnica è ancora orientata al rialzo nel lungo periodo, tuttavia, prima di implementare strategie di matrice rialzista, si potrebbe attendere la rottura di 4,40 euro. Target identificabile a 4,60-4,70 euro.
  • A2a: il balzo registrato nell’ultima seduta di ottava a 1,504 euro ha permesso alla quotata di recuperare totalmente le perdite registrate giovedì. La struttura tecnica appare ancora orientata al ribasso, favorendo strategie di matrice ribassista che hanno come target i minimi a 1,425 euro.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.